International Festival of Harp: I protagonisti delle edizioni passate

Jana Boušková

Jana Boušková belongs to the elite category of the world renowned harpists, who are thanks to their distinct artistic qualities invited to the most prestigious world scenes. Furthermore, Jana Boušková as an outstanding personality forms the harp repertoire and technique at the world level. The world acclaimed artist from the USA – prof. Susan McDonald – has qualified Jana Boušková as a talent of the century and the world reviewers rate her performances in similar way and emphasize especially breathtaking technique perfection, brilliant precision, esprit, profoundness, etheric sensitivity and power of her expression. Moreover, Jana Boušková together with her professor and mother Libuše Váchalová are discoverers and authors of some adaptations of distinguished compositions of the Czech repertoire, e.g. Vltava (Moldau) by Bedřich Smetana, or the compositions by Antonín Dvořák or Josef Suk, which considerably enriched the world harp repertoire.
Thanks to her distinct artistic successes Jana Boušková rapidly became a very demanded harpist performing on the prominent stages all over the world as a soloist as well as in cooperation with such interpreters like Maxim Vengerov, Jurij Bashmet, Patrick Gallois, Jiří Bárta, Christian Tetzlaff, Sharon Kam or Mstislav Rostropovič. This renowned cello virtuoso asked for the contact on Jana after listening to her performance in radio. Later, Jana premiered with Mstislav Rostropovich the compositions by Ravi Shankar in the frame of the festival in Evian (France) among others.
Jana Boušková regularly performs as a soloist as well as in chamber ensembles at important Czech and world concert venues and festivals. The following performances rank undoubtedly among her most prestigious ones: the solo recitals in Alice Tully Hall – Linconl Centre (New York), in the Thėâtre Châtelet in Paris, in the Wiener Musikverein, in the frame of the IMF Prague Spring, Berliner Festtage etc. Jana Boušková performed at the Gala concert to the 50th birthday anniversary of Jurij Bashmet in Moscow, she participated in the Grand Tour in Israeli and Europe together with the violinist Maxim Vengerov, with whom she among others performed the world premiere of the composition Maximum by Benjamin Yusupov for four solo instruments and the orchestra. In the field of chamber music she cooperates with a number of outstanding interprets in the frame of the Spannungen Festspiele in Germany, Parry Sound in Ontario, Festival des Laureats Juventus Cambrai or Elba Isola Musical in Europe or Théâtre de la Ville together with flautists Emmanuel Pahud and Mathieu Defour, harpist Marie-Pierre Langlamet, or grand tours with flautist Patrick Gallois. As a soloist in the symphony repertoire she cooperates with such orchestras as the Czech Philharmonic Orchestra, Prague Philharmonia, Chicago Simfonietta, Amsterdam Sinfonietta, Israel Philharmonic Orchestra, MDR Symphonieorchester Leipzig, Tokyo Chamber Orchestra etc. in the prominent concert halls around the world as Carnegie Hall New York, Berlin and Köln Philharmonic, Suntory Hall in Tokio, in Leipziger Gewandhaus, Symphony Center in Chicago or Concertgebouw v Amsterdam.
Jana Boušková graduated from the Prague Conservatory and Ostrava University where she studied in the class of prof. Libuše Váchalová. She continued studying at the prestigious Indiana University with prof. Susann McDonald. Jana Boušková is the only Czech harpist who won the world’s most important and acknowledged international harp competition – in 1992 in the USA. In the same year she was awarded the 2nd prize in the competition with the oldest tradition in the world in Israel as the only Czech artist to be invited ever. Among other numerous successes let us name victories in Concours International de Musique de Chambre in Paris and in Torneo Internazionale di Musica in Italy. Jana Boušková was honored for outstanding concert successes and contribution to the harp field in Switzerland and is also the laureate of the Juventus Festival in France. In the Czech Republic she was awarded the Prize Talent of the year 1996 and as one of ten most important Czech women and as first interpret of the classical music ever she was awarded the Prize Lady Pro.
Besides the solo career Jana Boušková devotes herself to pedagogical activity and teaches simultaneously on the Royal Academy in Brussels (Koninklijke Conservatorium Brussels) and on Music Faculty of the Academy of Performing Arts in Prague. Since 2005 Jana Boušková is a solo harpist of the Czech Philharmonic Orchestra. She is being regularly invited to participate in world renowned harp congresses and symposiums including International harp competition in the USA, France, Israel and else where and leads masterclasses all over the world. She teaches at prestigious schools including Indiana University in the USA or Haute Ecole de Musique in Geneve. In 1999 she was the artistic director of the 7th World Harp Congress in Prague. Since 2000 she has been a member of the Artistic Board of the Academy of Performing Arts in Prague and the Czech Philharmonic Orchestra.
Jana Boušková has recorded more than twenty CDs for Czech and international labels, radios and television companies. In 2004 EMI published a recording of her concert in the frame of the German festival Spannungen.
The vast repertoire of Jana Boušková includes compositions of all eras. Numerous Czech and foreign contemporary composers have composed pieces for her. Sonata for cello and harp by Ravi Shankar (with Mstislav Rostropovich), Concerto for flute, harp, viola and orchestra by Benjamin Yusupov (with Maxim Vengerov), Concert for two harps by Jan F. Fischer (with Isabelle Moretti – 7th World Harp Congress in Prague, 1999), Concert for solo Harp Praharphona by Kryštof Mařatka (premiered in Kiel, BDR), Solo Harp Concerto by Lukáš Sommer, Jazz Concerto for flute and harp by Emil Viklický etc. rank among world premieres.
Jana Boušková is the official player of the prestigious Lyon & Healy harp producer and plays the instrument by this US company that she won on the International Harp Competition in 1992 in the USA.


Emanuele Raviol

Emanuele Raviol began studying harp at the age of four at the Suzuki School of Turin, under the guidance of Gabriella Bosio.
Aged nine, he was admitted to the Turin Conservatory where he is currently attending the fourth course.
Ever since the beginning he showed an out-of-the-ordinary musical talent which allowed him to thoroughly develop his precocious instrumental capabilities.
He has resulted first in important musical competitions, and has taken part in numerous concerts in Italy and abroad.
An crucial component of his artistic growth is participating to a number of harp-only ensembles, which allow him to share his passion for music with others.
On the twenty sixth of October 2014 he opened the musical season at the “La Scala della Vita” Theatre in Milan where he held his first recital.
He has also participated to two concerts organized by the “Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano” Association and other events organized by the Sony Classical Kids.
He has appeared in a number of television shows, among others Rai Yoyo.
Emanuele loves music deeply, but at the same time shares with his peers his passion for soccer, ice-skating and table-tennis.


Mara Galassi

Mara Galassi graduated from the Civica Scuola di Musica di Milano and the Pesaro Conservatory of Music with honors.
She studied pedal harp with Luciana Chierici, David Watkins, and Emmy Huerlimann, performance practice with harpsichordist David Collyer and lutenist Patrick O’Brien and musicology with Michael Morrow in London.
She served as principal harpist for the Teatro Massimo Opera House in Palermo, Italy. She currently lives in Milano where she teaches historical harps at the Accademia Internazionale della Musica di Milano.
She develops her activities as soloist and as a member of the most famous early music Ensembles in Europe: Concerto Vocale (dir. René Jacobs), Concerto Italiano (dir. Rinaldo Alessandrini), Mala Punica (dir. Pedro Memelsdorff), Concerto Soave ( dir. Jean Marc Aymes).
As musicologist she has done extensive research in the field of historical harps.
She recorded for Tactus, Symphonia, Ricordi, Harmonia Mundi, Opus 111; Arcana.
For Glossa , she recorded Il viaggio di Lucrezia a solo album of Italian baroque music for harp”, Les Harpes du Ciel with Gabriella Bosio, harp duetts from the second half of the 18th Century for two single action pedal harps, The Microcosm Concerto, music by Georg Friedrich Handel for Welsh triple harp, Erard harp and keyboard instruments, and the Concerto alla Harpa e Flauto by Wolgang Amadeus Mozart for Harmonia Mundi France, with the Freiburger Baroqueorchester. With the actress and dancer Deda Cristina Colonna she has played in the art film “Voluptas Dolendi I gesti del Caravaggio” (ArtFILM, Fondazione Marco Fodella, 2010) www.fondazionemarcofodella.it.
She teaches historical harps in Milano at the Civica Scuola di Musica di Milano and at the ESMUC in Barcelona.


Flora Papadopoulos

Flora Papadopoulos is a Greek-born harpist based in Milan, Italy. After completing her modern harp studies at the Conservatory of Parma with Emanuela Degli Esposti, she has dedicated herself to mastering early harps. With the assistance of a Marco Fodella Foundation scholarship, Flora has purcued her baroque harp studies with Mara Galassi at the Scuola Civica of Milan, obtaining her Masters degree with full marks.
She has achieved a Bachelors degree with honours in Liberal Arts from the University of Parma, and a Masters degree in Musicology from the University La Sorbonne of Paris, again with full honours.
Her performing career includes both solistic and chamber music projects, as well as collaborations with several orchestras and ensembles all over Europe.
She has performed in prestigious concert halls including the Opéra Garnier of Paris, the Cité de la Musique of Paris, Laeiszthalle of Hambourg, Theater An der Wien of Vienna, Black Diamond of Copenhagen and more. She has worked with Conductors such as R. Alessandrini, L.G. Alarcòn. A. De Marchi, Th. Hengelbrock, J.Ch. Spinosi, F. Lassere, M. Mencoboni, F. Guglielmo, C. Ipata, and others.
She is part of ‘Laboratorio 600’,an italian ensemble founded by Franco Pavan and with Pino De Vittorio, specialized in the research of lost musical traditions of southern Italy.
With her group, Il Caleidoscopio Ensemble, she has recently recorded an album around the Harp Consorts by William Lawes, produced by Brilliant Classics.
She has also taken part in many recording projects for Harmonia Mundi, MDG, Brilliant Classics.
She teaches the modern harp (elementary level) at the Civica Scuola di Musica C. Abbado of Milan.


Lincoln Almada

Lincoln Almada was born in Paraguay. At a very young age he started playing as a percussionist in various groups, especially in traditional band music. Later, he would integrate these experiences in his interpretation of the harp, dedicating himself to traditional music.
In Paraguay, the harp still uses the old techniques that have long been lost in Europe. Lincoln Almada melds these techniques to the influences that he has collected from various cultures, creating his own personal style.
In his repertoire he combines the rhythms of the Guaraní region (Paraguay and coastal Argentina), the “llanera” music (Colombia and Venezuela) and Afro-Latin American music (Cuba and Perú).
Lincoln Almada combines his international concert activity with numerous courses (in Italy at the Naples Conservatory, the Pesaro Conservatory, the Vibo Valentia Conservatory, the school Suoni d’arpa at Salsomaggiore and the International Harp Festival in Viggiano; in Switzerland at the Schola Cantorum Basiliensis; in France at the Rencontres Internationales de Harpes Dinan, Centre occitan des musique traditionelle Toulouse; in Belgium at the Harpe Diem Leuven and in Spain at the Huesca Conservatory, among others) dedicated to improvisation and the interpretation of Latin American rhythms and Latin American harp techniques.


Nicoletta Sanzin

Nicoletta Sanzin, Liliana Bernardi

Nicoletta Sanzin, Liliana Bernardi

Nicoletta Sanzin, born in Trieste, graduated with top marks and honours from the Conservatory “J.Tomadini” in Udine under the guidance of Prof. P.Tassini. She went on to specialize in the U.S.A. with E.Malone (Summer Session- Eastman University) and S.McDonald (Masterclass-Indiana University); in Italy with E.Zaniboni at the Accademia di S.Cecilia in Rome where she passed her diploma in harp and chamber music with top marks, honours and a study grant from S.I.A.E. In 2006 she got her Diploma Superiore in discipline musicali-Harp perfomance with top marks and honours from the Conservatorio “A.Buzzolla” in Adria (VE).
Absolute First Prize in the International “E.Porrino” competition in Cagliari, she has also won numerous prizes in national and international competitions (UFAM in Paris, City of Stresa, Salvi Competitions in Chiavari and in Venice). She was also semi-finalist at the renowned USA International Competition in Bloomington and finalist at the Teatro alla Scala First harp Competition. Her perfomances at “Focus on Youth” as insert in the World Harp Congresses held in Wien (1987) and Paris(1990) such as performances at European Harp Symposiums in Nurnberg and in Perugia have been further successful steps for her career; over that, she has represented Italy at the World Harp Congress held in Dublin (2005) with a program of music by Italian young composers.
She has worked with many orchestras such as: Giovanile di Alpe Adria, Teatro Verdi di Trieste, the Oltenia Philarmonic of Cracow, the RAI Symphony orchestra in Rome and Naples (M.i Y.Temirkanov, E.Inbal..), Teatro La Scala (M°R.Muti), Filarmonia Veneta, Accademia S.Cecilia Rome, Chamber Orchestra Serenissima, RTV Slovenija, Moscovia Chamber Orchestra, Orchestra del Conservatorio di Benevento, Città di Adria’s orchestra, Virtuosi Italiani, Accademia dell’Orchestra Mozart, Opera Ljubljana, Tokio Kosei Wind Orchestra etc.
From September 1995 until 2001, after having won the audition, she was Solo Harpist in the Slovenska Filharmonija in Ljubljana (Maestri M.Letonja, S.Baudo, R.Barsaj, M.Albrecht, M.Tabachnik, H.Haenchen, M.Horvat, L.Hager, Y.Simonov, G.Pehlivanian, P.Fournellier, En Shao, C.Arding etc soloists J.Cura, L.Pavarotti, D.Lively, L.Lortie, D.Tomsic, M.Lipovsek, M.Rostropovic, Y.Bashmet…) where she also performed as soloist (R.Glière Concerto cond. M.Letonja, W.Lutoslawsky Double Concerto for harp and oboe cond. S.Sanderling, W.A.Mozart Concerto k299 for flute and harp cond. R.Barsaj, first perfomance of Triple Concert for violin, harp and doublebass by T.Svete, L.M.Skerjanc Concerto for harp and orchestra- first recording on CD).
During these years she also took part in numerous broadcastings programs and radio TV recordings.
She performs intensively as soloist and in several chamber ensembles in Italy (Mittelfest in Cividale del Friuli, Unione Musicale di Torino, Perugia Classico, Amici della musica di Padova, Festival MITO, Gioventù Musicale d’Italia, Società Veneziana dei Concerti, Estate Musicale di Portogruaro, Concerti del Conservatorio-Benevento, Associazione Lipizer Gorizia, Associazione Musicale Venezze Rovigo, Teatro Vicenza, Ferrara Musica, Casa della Musica Parma, Festival Donizetti Bergamo. Sale Apollinee Teatro La Fenice, Stagione Università della Tuscia,..) and abroad (Ohrid festival-Macedonia, Purcell Room London, Sévres, Summer Festival Zagreb, Summer Festival Ljubljana, Neuebuehne Villach, Music September in Maribor, Passau Festspiele…).
Deeply interested in contemporary music, she has worked with many composers (J.Wyttenbach, G.Crumb, G.Coral, C.de Incontrera, B.Kos, F.Nieder, M.Pintscher, M.Pagotto, D.Masarati..) being gratified with the first public perfomance of compositions, some of them written just for her.
Nicoletta has played for several broadcastings companies in Italy and abroad: RAI 2, RAI 3, Telecapodistria, NTV, SLO1, SLO3, Antenne 2; she has recorded many CD’s (solo with orchestra: P.Caschetto for harp and plucked orchestra, L.M.Skerjanc Concerto for harp and orchestra, Chamber Music: “Viaggio Italiano for Harp and Violin, “Between” flute and harp, “Collage” clarinet and harp, “Nuances” flute and harp, etc; Contemporary music: “L.Vrhunc Open Rite”, G.Viozzi Ballata Carsica, “U.Krek 80 let”, “V.Avsec Under the same sun”, “R.Golob The planet of life” etc; Medieval music: “Viatores”, “Meghinardus”, “Fior di virtù”, “Antonius de Civitate” etc.).
For several years she has worked with Dramsam, a medieval music group.
Not only the musical activity itself belongs to her life but the teaching takes part of her daily life. In fact, in 2003 she has got the Suzuki’s Method Diploma with “Excellent” marks.
She taught harp at the Conservatory G.Tartini Trieste, the Conservatory J.Tomadini Udine, the High School of Music in Ljubljana, the Conservatory E.R.Duni Matera, the Conservatory L.Canepa Sassari. Actually she is professor of harp at the N.Sala Conservatory in Benevento and professor of harp at the S.Cecilia’s Music School in Portogruaro.
Moreover, she takes part as member of jury in national and international competitions and takes masterclass.
Nicoletta is the Italian correspondant for the World Harp Congress Review and she contributes to the on line harp review “In Chordis”.
In July 2011 she was elected to the Board of Directors of the World Harp Congress to act on behalf of Italian harpists’ world.
From 2014 Nicoletta is part of the Artistic Committee of the Italian Harp Association.
www.nicolettasanzin.it


Liliana Bernardi

Liliana Bernardi began the study of the violin with Maestro A. Pelliccia. She obtained a degree at Conservatorio Santa Cecilia in Rome with Maestro A. Redditi; she was awarded, with full marks and grant, the degree of high specialisation at Accademia di Santa Cecilia in Rome with Maestro B. Antonioni.She has attended several Master Classes in Italy and abroad, among which: the “Musik Hochshule” of Wurzburg in Germany with Maestro Zhislin; the University of Mozarteum in Salzburg and in New York with Maestro Kaplan; in Florence for “Amici della Musica” with Maestro Kolja Blaker; with Maestro G. Moench “Accademia musicale J. Napoli” at Accademia di Santa Cecilia of Rome with Maestro F.Ajo and at Accademia “W. Stauffer” of Cremona with Maestro S.Accardo.She obtained a degree in Chamber Music at Accademia Nazionale di Santa Cecilia with Maestro R.Filippini and was awarded a merits degree and grant in chamber music at Accademia Musicale Chigiana in Siena with Maestro Dario De Rosa and Maestro Renato Zanettovich. She graduated with full marks “summa cum laude” in “Discipline Musicali”, soloist section.
She got prizes in national and international courses and contests, in 2003 she obtained the European recognition of “Excelsius Musicae et Pacis Nuntius” at Palazzo Venezia in Rome and, in 2006, a recognition from the town of Viterbo for having distinguished herself in the national artistic-musical panorama as an model for young women of the town.
Being interested in contemporary music, she has performed first executions and received dedications and compositions from several Maestros: A. Halapsis, C. Piccolo, U. Chialastri, L. Bellini.
She carries out an intense soloist and orchestral activity playing in the most important concert halls and theatres in Italy and abroad: in America, Asia, Russia, Europe, Middle East (at Scala of Milan, at San Carlo of Naples, at Lingotto of Turin, at Musikverain of Wien, at Bolshoi of Moscow, at Opera City of Tokyo, at Coliseum of Bueon Aires, at Concert Hall of Shanghai, at Opera of Paris, at Teatro Argentina of Rome, at Università Cattolica, at Eliseo Theatre, at Parco della Musica of Rome, at Fenice of Venice, etc.). She cooperated with important soloists like: Rostropovic, Uto Ughi, Vengerov, Pollini, Mintz, Accardo, Mullova, Lortie.
She cooperated and has been invited as first violin and concertino in important orchestras: Filarmonica della Scala of Milan, Accademia di Santa Cecilia, Teatro Regio of Parma, Teatro La Fenice of Venice, New Jersey Philharmonic Orchestra, with which she recorded several CDs (EMI, Musicom).
She has played, being conducted by the greatest conductors amongst whom include, Riccardo Muti, Sinopoli, Sawallisch, Gerghiev, Nagano, Chung, De Burgos, L. Maazel, Z. Mheta, Berio, Pretre.
She has been invited to play by Cameristi della Scala of Milan, by Maestro S. Accardo with the Orchestra da Camera Italiana and by Cameristi di Santa Cecilia with Uto Ughi.
With the piano player Giuliano Mazzocante she formed the “Duo Kairòs” with which she obtained in a short time several recognitions from the public and the critics, the merits degree at Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera of “Trio di Trieste”, and prizes in international courses and contests.
Liliana Bernardi’s interest towards less traditional tonal matches brought her to forming duos with harp, guitar, and double-bass, stimulating the repertoire research for those formations and inspiring a keen interest of contemporary composers.
Among the last concert engagements, she played, being conducted by Maestro Hubert with the Orchestra Camerata Italica, Mendelssohn and Stravinsky (l’Histoire du Soldat) for the concert season of Cattolica University of Rome.
She is the artistic director of the Fondazione “Liberarmonia”, which promotes concert and didactic activities. She is the artistic director of the national music contest “Città di Viterbo”, at its tenth edition, and the artistic director of the Accademia Musicale “G. Battisti Viotti” of Grosseto (Tuscany).
She has been invited to be a commission panel member, judge and as a professor in several national contests, Master Classes of different Italian Academies (InteramniaMusicFestival; Accademia Eufoniarchè; Accademia Viotti; Incontri con il Maestro, Agimus; ecc..) She has obtained a teaching diploma for violin for National Music Conservatoires and she is currently professor of violin at Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” of Benevento.
She plays a Roman violin Rodolfo Fredi of 1945 and an Antonio Rocca violin of 1827 from Turin.


Agatha Bocedi

Agatha Bocedi was born in Reggio Emilia in 2000. She began her musical studies with the harp at the age of seven at «Laboratorio musicale» of Rivalta (Suzuki method).
Her curiosity for this special instrument turned into a big passion in a very short time and Agatha studies since 2008 at Conservatorio “Arrigo Boito”of Parma under the guidance of Emanuela Degli Esposti.
She participates actively in master classes and advances courses with Ieuan Jones, Letizia Belmondo, Marcela Mendez, Melinda Felletar, Lincoln Almada, Vincenzo Zitello, Marcella Carboni, Jekaterina Suvorova, Maria Luisa Rayan.
She obtained the first prize as soloist at the following musical competitions «Città di Padova» (2008), «Rovere d’oro» di Imperia (2008), «Città di Riccione» (2009), «Parma Lirica-Giovani Talenti» (2009), «Daniele Ridolfi» di Pietrasanta (2009), «Carpineti in Musica» (2009), «Antonio Salieri» (Legnago, 2010), «Città di Guastalla Giovani Talenti» (2011), «Ponti & Torri» (Roma, 2013), Concorso di Bellagio (2013), «Concorso Internazionale di Treviso» (2014), «Concorso Internazionale Giovani Strumentisti» Povoletto (2015), Concorso Internazionale «Suoni d’Arpa» (Saluzzo, 2015) «Giovani in Crescendo» (Pesaro, 2015); moreover she obtained the second prize at the Intervational Competition «Suoni d’Arpa» (Salsomaggiore Terme, 2011 e 2012; Villa Medici Giulini, 2014).
Agatha also took part in many concerts in prestigious locations as Teatri «Valli» in Reggio Emilia, «Regio» in Parma, «Verdi» in Busseto.
She recently hold the Concert n. 6 Op. IV di G.F. Händel with the Chamber Orchestra of the Musical Association «Adagio Furioso». She is part of the ensemble of harps «Leonardo Primavera».
She recorded the songs for harps and organ on the double cd devoted to the holy works of the composer of Bologna Pellegrino Santucci (1921-2010), that will be published on the second half of 2016 (Ed. Tactus, Bologna, TC.921990).


Park Stickney

Park Stickney Born in the US, he studied music at the University of Arizona, and then at the Juilliard School in NY. He lives simultaneously in Brooklyn, NY, and in Valeyres-sous-Ursins, Switzerland, and travels the world, dividing his time between concerts, composition, and teaching. Park Stickney explodes the harp’s limits and myths with jubilation, virtuosity and extreme musical tastiness. The variety and depth of his repertoire, his unbelievable ease at the harp, his humor and vitality on stage, help make Park Stickney one of the most sought after and respected harpists of the moment. Park Stickney jumps with incredible ease from jazz to classic to rock: Ellington, Debussy, Freddie Mercury, Purcell, Sting, Miles Davis, not to mention his own compositions.


Cuneo Harp Ensemble

Since three years ago Maria Elena Bovio, teacher of the harp class in Conservatorio “G. F. Ghedini” of Cuneo, has created and keep up the project called “Cuneo Harp Ensemble” which she has supported until now. This project has the joyful purpose to put in contact various harp’s realities all around Cuneo and to gather young musicians, who share the same dream of making music. The musicians taking part of this project are students of the Conservatorio and old graduated students who have a great carrier as professional harpist and teach in different places around the province. The orchestra is composed by 60 harpists which has the goal to grow their musical and professional experience. Next to the teachers will perform also Alessia Musso, Anna Astesano and Maria Elena Bovio’ students, Francesca La Carruba, Valentina Meinero, Sara Manna,Eva Rosso and Giovanni Selvaggi. The Ensamble shows off an incredible repertory of original pieces, transcriptions and new compositions of composers who operate and create in Granda province. Thanks to this organization and the original ideas of this project is worthwhile to enjoy this musical experience with the students, the professional teachers and the audience all together.

 


Harp Ensemble Leonardo Primavera

The harp ensemble tradition is ancient and was present in the history of various cultures, from Egypt to Greece, from Persia to the British Islands. In 1804 François Joseph Naderman, founder of the harp School at the Paris Conservatory, conducted an Orchestra of 12 harpists in the Church Les Invalides , to honour Napoleone Bonaparte. The Emperor was so impressed that decided to introduce the instrument in his musical Chapel. Françoise Joseph Dizi and Charles Nicolas Bochsa created Harps Orchestras at the Royal Academy in London, who performed at the Covent Garden and at the King Theatre.
In the early 1900, Henriette Reniè created the Paris Harp Sextett with Marcel Grandjany, who played music by Faurè and Debussy .
Great success had the orchestra of 80 harpists conducted by Carlos Salzedo in New York at the Carnegie Hall , and the same success was for the harp ensemble Angelaires who toured around the world with the Columbia Artists’ Management.
The Harp Ensemble Class at the Arrigo Boito Conservatory was founded by prof.Emanuela Degli Esposti in 2008 and by this project was born the Harp Ensemble “Leonardo Primavera”.
The Ensemble played many recitals: on the 1st Channel Eurovision TV; at the Duomo of S.Giovanni (Saluzzo) with the Chorus Marchesato of Cuneo performing Oratorio delle Tacite Stelle by Valeri Kikta, at Umbria Festival in Assisi; at Teatro Grande of Salsomaggiore Terme, at Villa Emma in Modena and at Festival of Castelnuovo Monti; at Festival Verdi and Duomo of Parma; in the Church of Romanino in Pisogne,in the Rocca of Sala Baganza , in the Auditorium del Carmine of Parma, at Villa Medici Giulini in Milano.
The Ensemble Leonardo Primavera has also been conducted by Ieuan Jones, harp teacher at the Royal College of Londra.
Leonardo Primavera (1740-1802), was the first performer and teacher of pedal harp in Italy.


Gabriella Dall’Olio

Gabriella-DallOlio-2010-A-657x318

Gabriella Dall’Olio

Born in Bologna, Italy, Gabriella Dall’Olio studied in Italy, France and Germany with Pierre Jamet and Fabrice Pierre, Jaqueline Borot, Giselle Herbert and Anna Loro. Now based in London, she continues to follow an international and high profile career performing and teaching the harp.
Her wide and varied repertoire covers most solo, concertos, chamber music repertoire as well as Orchestral works (symphonic, operatic and ballet). Gabriella has performed important works of the solo contemporary repertoire as well as premiering and commissioning many others (Jackson, Be not Afeared, Benati, Marson XL, Perga, Thomas, Streak, etc) She has worked extensively with Gruppo Musica Insieme di Cremona, the iconinc group of Luciano Berio and Cathy Berberian, Avanguardia 80, and the German contemporary music group Kontraste, Gabriella has worked with composers on writing for the harp in BBC composers workshops, courses (Orkney Festival) and has given classes in composing for harp. .  She has also appeared regularly and recorded with distinguished chamber ensembles like the Vienna Virtuosi, Divertissement Ensemble and the Holst Singers. Gabriella free lances with some of the most outstanding UK and European orchestras: the Vienna Philharmonic, Vienna State Opera, Chamber Orchestra of Europe, Bavarian Radio Symphony Orchestra, London Symphony Orchestra, BBC Symphony Orchestra, the Philharmonia, the Royal Philharmonic Orchestra, the English Chamber Orchestra, the Orchestra of the Age of Enlightenment, and the Orchestra of the Royal Opera House, Covent Garden. Conductors she works with include Nikolaus Harnoncourt, Mariss Jansen, Valery Gergiev, Simon Rattle, Lorin Maazel, Sir Colin Davis, Antonio Pappano, Bernard Haitink, Segei Osawa, Esa Pekka Salonen amongst countless others. As well as her work as Head of Harp at Trinty Laban Conservatoire of Music and Dance in London, and her recent appointment at Chethams School of Music in Manchester UK, Gabriella gives masterclasses and harp courses as well as orchestral courses in Italy, Spain, France, Sweden, Singapore, Tasmania and Australia. She has been a jury member in competitions, (BBC Young Musician of the Year (strings final); F.Godefroid International Harp Competition in Belgium, Arpaplus in Spain, North London Competion, etc).


Dearbhail Finnegan

Dearbhail Finnegan

Dearbhail Finnegan

Dearbhail (pronounced Derval) descends from what can best be described as Irish Music Royalty. She was brought up in a family immersed in traditional music, near the village of Nobber, Co. Meath, Ireland. Her late father was President of the Irish Traditional Music Organization – Comhaltas Ceoltoiri Eireann and her grandfather was a celebrated traditional Irish fiddle player. Dearbhail followed the family path in music by dancing at age 3, picking up the fiddle, tin whistle and accordion at age 5 and becoming passionate about her craft with the Irish harp at age 13. Her studies began with the Irish harp society ‘Cairde na Cruite’ on a weeklong course under the tutelage of Mercedes Bolger/McGrath. Dearbhail proceeded to study with Aibhlin McCrann, who gave her the great love she has for the history and music of the Irish harp, she continuously challenged herself in live performances and soon won both regional and All-Ireland Irish harp competitions. Her proficiency and skill on the Irish harp lead to invitations to play worldwide at Celtic festivals. In 1995 Dearbhail graduated from the Royal Irish Academy of Music, Dublin, Ireland with a degree in music and began her professional career. Graduation gave Dearbhail the opportunity to pursue writing, arranging and live performance in earnest. Her passion for the Irish harp soon placed her in the circle of the world’s elite Irish harp players. Dearbhail continued to advance her music studies as well and earned the (TTCT) Teaching Diploma for Irish Harp. Dearbhail’s passion for music, compelling stage performance and endearing personality has made her a premier talent with the incredibly complex and challenging Irish harp.


Park Stickney

Park Stickney

Park Stickney

Born in the US, he studied music at the University of Arizona, and then at the Juilliard School in NY.  He lives simultaneously in Brooklyn, NY, and in Valeyres-sous-Ursins, Switzerland, and travels the world, dividing his time between concerts, composition, and teaching. Park Stickney explodes the harp’s limits and myths with jubilation, virtuosity and extreme musical tastiness. The variety and depth of his repertoire, his unbelievable ease at the harp, his humor and vitality on stage, help make Park Stickney one of the most sought after and respected harpists of the moment. Park Stickney jumps with incredible ease from jazz to classic to rock: Ellington, Debussy, Freddie Mercury, Purcell, Sting, Miles Davis, not to mention his own compositions.


Vincenzo Zitello

Vincenzo Zitello

Vincenzo Zitello

Compositore e concertista, inizia giovanissimo lo studio della musica suonando flauto traverso e viola. Nel 1974 con Franco Battiato fa parte del gruppo «Telaio Magnetico». Primo divulgatore e pioniere dell’arpa celtica in Italia, dal 1976 si dedica al suo studio frequentando stage di cultura e musica bretone tenuti al «Ti Kendal’h» con Dominig Bouchaud e Mariannig Larc’hantec. Nel 1978 forma il duo d’arpa e oboe con Roberto Mazza. Nel 1980 si perfeziona con Alan Stivell in arpa bardica e canto celtico. Nel 1984 partecipa al progetto di Nicola Frangione «Italic Environments» con il brano Nembo verso Nord per arpa bardica e tabla, disco presente in tutti i musei di arte contemporanea del mondo. Nel 1985 forma il duo «Asciara» con Saro Cosentino e registra un 45 giri prodotto da Franco Battiato edito dalla EMI, elaborando un brano tradizionale irlandese cantato in gaelico e vincendo la «Vela D’Argento» a Riva Del Garda. Nel 1986 scrive con Saro Cosentino il brano Nuvole Rosse per Alice. Nel 1987 pubblica il suo primo album Et Vice Versa (ed. «Stile Libero»-Virgin), interamente consacrato a composizioni per arpa celtica con corde in metallo; nello stesso anno partecipa al disco di Ivano Fossati La Pianta del Te e alla sua tournée. Nel 1988 inizia la registrazione del suo secondo album, Kerigma (Sony Music), presentato al «Premio Tenco» a Sanremo. Nel 1990 Kerigma viene pubblicato in USA, Canada, Australia dall’etichetta discografica NARADA (Sona Gaia) con il titolo Euphonia. Partecipa alla rappresentazione teatrale della tragedia greca di Eschilo I Persiani, con musiche di Franco Battiato e regia di Mario Martone al teatro greco di Siracusa. Dal 1991 al 1993 collabora ai dischi di Ivano Fossati Discanto e Lindbergh, partecipando alle sue tournée e alla registrazione di due lives: Buontempo e Carte da decifrare. Nel 1994 viene pubblicato il suo terzo album, La Via (D.D.D./BMG Ariola). Nel 1995 scrive le musiche per lo spettacolo teatrale The Beat Generation, realizzando un CD per l’attore Massimo Arrigoni ed in occasione del tributo a Fernanda Pivano a Conegliano Veneto ha accompagnato il poeta Allen Ginsberg in un suo reading. Nel Settembre 1995 compone per le Edizioni Paoline una Ave Maria che esegue, insieme alla cantante Rossana Casale, alla presenza del Papa e che viene pubblicata in una compilation di musica sacra, Laudate Domini (C.G.D./Ed.). Nel Giugno 1996 collabora alla creazione collettiva per quattro strumenti a corda commissionato dal Museo d’Arte Concreta di Mouas Sartoux (Francia) con il contrabbassista Barre Phillips, Patric Vaillant al mandolino e Serge Pesce alla chitarra. Nel Gennaio 1996 l’album La Via viene pubblicato in Europa con il titolo Serenade (Live Music-B.M.G. Ariola). Scrive per Tosca la musica del brano «Josephine» (Premio Tenco 1996-interpreti), per il CD Incontri e passaggi. Nello stesso anno partecipa alla messa in scena del testo di Stefano Benni, Blues in sedici (Feltrinelli). Nel 1998 ha realizzato e pubblicato il CD intitolato Aforismi d’Arpa (R.T.I. Music). Nella Pasqua del 2000 Famiglia Cristiana pubblica 200.000 copie del CD Musica Caeli, concerto per il Giubileo, contenente sette brani di musica sacra composta da Vincenzo Zitello, eseguiti in varie occasioni in Piazza San Pietro a Roma, alla presenza del Santo Padre. Nell’aprile del 2001 pubblica per l’etichetta Felmay il CD Live Concerto (trio di Vincenzo Zitello); nell’aprile del 2002 la stessa etichetta ripubblica il suo primo CD (Et Vice Versa). Nel 2003 la Fonoteca di Parma pubblica una registrazione effettuata nella sua sede nel 1997 dal titolo Ottoarmonico e nel 2004 scrive per Dodi Battaglia il Brano «Nord in Festa». Nel 2004 l’etichetta Fairyland pubblica il suo sesto CD, Solo, interamente suonato alle arpe celtiche e bardiche, che dal 2005 compare in Apple iTune Store. Nel 2007 pubblica il suo settimo album, Atlas.Nel 2010 effettua un seminario sull’arpa celtica presso il Conservatorio A.Boito di Parma dove si esibisce come virtuoso di arpa bardica e celtica in duo con Emanuela Degli Esposti all’arpa classica e con l’orchestra di 25 arpe “Leonardo Primavera”. Inoltre si esibisce in duo con l’arpista paraguajano Lincoln Almada. Le sue composizioni sono state inserite nei programmi di concorsi internazionali d’arpa. Da diversi anni è direttore artistico del Festival dell’arpa a Viggiano, una delle più importanti manifestazioni dedicate allo strumento. E’ appena uscito il suo ultimo CD “Infinito”.


Ieuan Jones

Ieuan Jones

Ieuan Jones

Ieuan Jones definito dal Times “Harpist of exceptional music immagination and stylistic panache”, da Nicanor Zabaleta “One of the most talented harpists of any generations” e da Sir Georg Solti “Oustandingly gifted”, Ieuan Jones è nato in Galles dove ha iniziato lo studio dell’arpa a 6 anni e a soli 13 anni è entrato nella National Youth Orchestra of Wales e in seguito nella National Youth Orchestra of Great Britain. Ottenuta la borsa di studio è entrato al Royal College nella scuola di Marisa Robles e dopo quattro anni ha vinto numerosi premi tra i quali la Tagore Gold Medal e la Queen Mothers Rose Bowl quale miglior studente dell’anno. Si è perfezionato con Nicanor Zabaleta. Nominato arpista della House of Commons, ha vinto la Royal Over-Seas League Music Competition nel 1985 e ha conseguito il secondo premio nel più importante concorso d’arpa, Israel International Harp Contest. Ha effettuato tournèe come solista in tutto il mondo (in 25 paesi) ottenendo unanimi consensi e standing ovations al Concertgebouw, alla Royal Albert Hall ,al teatro di Melbourne in Australia, nella City Hall di Hong Kong, a Manila, in Spagna dove è stato definito “Esplendoroso Jones”. Ha effettuato i principali concerti solistici per arpa accompagnato dalla London Philarmonic, la BBC Symphony Orchestra, la Symphonic Orchestra de Siville e molte altre. Tra le sue tournèe più acclamate ricordiamo quella in Argentina con l’esecuzione travolgente del Concerto di Aranjuez di Rodrigo al Teatro Colon. Ha inciso numerosi CD tra i quali uno di musiche francesi, i concerti di Mozart e Rodrigo, e “Liszt of the Harp”, con brani di F.Liszt e E.Parish-Alvars. Recentemente ha inciso un Cd di musiche di Debussy, Ravel, Bax e Mathias in trio con Susan Milan al flauto e Matthew Jones alla Viola. Ha effettuato concerti con l’Orchestra d’Arpe Leonardo Primavera. Insegna al Royal College of Music di Londra dal 1997, ha fatto parte della giuria dei più prestigiosi concorsi internazionali d’arpa (Israele, Monaco, Parigi, Lille, Tokyo, Pechino).


Rosanna Rolton

Rosanna Rolton

Rosanna Rolton

Winner of the first prize in the Suoni d’Arpa International Harp Competition 2014, Rosanna has already made her Royal Festival Hall (London) recital debut. The event was promoted by the Martin Musical Scholarship Fund who generously support her studies at the Royal College of Music. She is in her third year at the RCM as a Foundation Scholar supported by a Douglas and Hilda Simmonds Award, where she studies with Ieuan Jones and Marisa Robles. Rosanna recently performed Mozart’s Flute and Harp Concerto in London and regularly gives recitals. A prize winner in the Camac Harp Competition and winner of the RCM Harp Competition, Rosanna is also a member of the European Union Youth Orchestra with whom she has toured throughout Europe. Born into a musical family, Rosanna started learning the harp from a young age. At eleven years old she began her studies at the Junior Department of the Royal College of Music with Daphne Boden where she twice won the Gordon Turner Memorial Harp competition, won second prize in the Peter Morrison Concerto Competition, first prize in the Angela Bull Memorial Competition and was awarded the prestigious Student of the Year Award. Whilst there she performed in many concerts including a performance in the presence of His Royal Highness, the Prince of Wales. She is looking forward to recording her first CD with Tactus as part of winning the Suoni d’Arpa International Harp Competition.


Labirinto Duo

Labirinto Duo

Labirinto Duo

Strawberry and balsamic vinegar: what an audacious pairing from an innovative mind! The same could be applied to the combination of harp and electric guitar, played by two passionate and lively musicians, who think of music without boundaries. Sean is a metal guitarist who likes many different styles, the “intellectual player”, with his talent as a composer and innovator; Chiara is a classical harpist who has an elastic ability, “the performer” with a volcanic personality and spontaneous laugh.  The duo has been enjoying giving concerts at prestigious festivals in Europe, U.S.A., South America and Canada and has recordings and live radio interviews to their credit. 
Who’s the vinegar and who’s the strawberry? It doesn’t matter: come and lose yourself in the labyrinth of sounds.


 

Sara Simari

Sara Simari

Sara Simari

Avviata allo studio dell’arpa da Patrizia Pinto, si diploma con il massimo di voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “Umberto Giordano” di Foggia sotto la guida di Maria Di Giulio. Successivamente si perfeziona con Mirella Vita, David Watkins, Nicanor Zabaleta (in Spagna e Svizzera) e in musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole. La sua attività concertistica la vede spesso ospite di festivals internazionali quali Festival dei Palazzi e Le Notti bianche di San Pietroburgo, Festival di Spoleto, Festival Taormina Arte, Festival Mundi e Festival Musica d’Oggi di Roma, Festival dell’Arpa Viggianese, Sorrento Classica, Festival Internazionale di Musica Sacra in Città del Vaticano, Festival Ciemme-Mozart di Losanna, Festival di Zumaja e Festival di Deba in Spagna, Festival Fire & Ice di Copenaghen. Il suo repertorio spazia dalla musica antica alla musica contemporanea ed è interprete di rilevanti prime assolute. Laureatasi brillantemente in Musica, Scienza e Tecnologia del suono con la tesi di ricerca “l’Arpa nel sud Italia”, attualmente è specializzanda in Musicologia presso l’Università di Tor vergata di Roma. La sua produzione discografica vanta autentiche rarità, come il CD “Rimembranze di Napoli, l’arpa al Conservatorio S. Pietro a Majella tra ‘800 e ‘900″ e prime esecuzioni di F. Cilea, S. Mercadante, A. Rendano. Ha ricoperto il ruolo di prima arpa con la Roma Sinfonietta, l’Officina Musicale, l’Orchestra Da Ponte, l’Orchestra Romana Internazionale, la Sinfonica Aquilana e l’Orchestra Philharmonia Mediterranea, con la quale ha collaborato per quasi un trentennio. Ha eseguito i più importanti concerti per arpa e orchestra e vanta un vasto repertorio orchestrale lirico-sinfonico. Si è esibita nell’ambito di molte trasmissioni radiofoniche/tv, per diverse emittenti, tra cui le reti Raiuno, Rai International e le reti Mediaset. Ha inciso per le etichette discografiche Bongiovanni, Warner Fonit, Edipan, La Bottega Discantica e per la Discoteca di Stato. Nel 2009 ha fondato l’ensemble “Incanti d’Arpe” che dirige regolarmente e con il quale ha realizzato CD che indagano il più variegato repertorio arpistico popolare con una attenzione alla musica tradizionale del Sud Italia. Ha pubblicato opere didattiche, come “Guida al repertorio per arpa” ed “Esercizi giornalieri”, oltre a diverse composizioni per arpa sola e per ensemble d’arpe e, recentemente, ha collaborato con Letizia Belmondo alla pubblicazione di “Rimembranze di Napoli” di G. Caramiello per le Edizioni Ut Orpheus. Tiene corsi di perfezionamento in Italia e all’estero unitamente a seminari e conferenze-concerto attinenti a particolari produzioni storiche ed all’evoluzione del repertorio arpistico. E’ componente del comitato artistico dell’Associazione Italiana dell’Arpa e collabora alla rivista In Chordis. E’ docente presso il Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia.


 

Tjasha Gafner

Tjasha

Tjasha Gafner

Tjasha, nata il 2 novembre 1999, inizia lo studio del violino all’età di 5 anni. Dopo due anni si appassiona all’arpa, seguendo le lezioni di Julie Sicre e di Mahalia Kelz. 
Da settembre 2012 frequenta i corsi di Letizia Belmondo alla « Haute Ecole de Musique » di Losanna/Svizzera. Ottiene tre volte il primo premio (cum laude) del Concorso Svizzero di Musica per la Gioventù nel 2010, 2012 e 2014. A 11 anni vince il secondo premio del Concorso Internazionale d’Arpa Lily Laskine a Parigi, nella categoria Junior. Nel 2012 riceve il primo premio al Concorso Internazionale d’Arpa Felix Godefroid in Belgio, e poi nel 2013 un Premio Speciale al Concorso Internazionale d’Arpa di Szeged in Ungheria. Nel 2014 la giuria del Concorso Internazionale Suoni d’Arpa di Briosco/Italia decide, all’unanimità, di assegnarle il primo premio. Tjasha ha seguito le Masterclass di Frédérique Cambreling, Marie-Pierre Langlamet, Elisabeth Fontan-Binoche, Mara Galassi, Fabrice Pierre, Judith Liber e Catherine Michel. Ha partecipato a diversi festival in Svizzera e in Francia. In Iuglio 2014 ha dato un concerto nell’ambito dei «Focus on Youth» durante il World Harp Congress a Sydney/Australia. Dall’età di 10 anni Tjasha si esibisce come solista con diverse orchestre tra cui le « Junge Symphoniker Basel », il « Ensemble Orchestral de Paris » e il « Ensemble des Jeunes Virtuoses de New York ». Nel gennaio 2015 ha avuto l’opportunità di fare una tournée di 8 concerti con la « Bayerische Philharmonie » in Svizzera, in Germania e in Austria, interpretando il concerto per flauto e arpa di W. A. Mozart.


 

Aemme Duo

Aemme Duo

Aemme Duo

Aemme Duo nasce nell’estate del 2014. Andrea Coruzzi e Matteo Carbone si esibiscono per la prima volta in pubblico il 6 settembre 2014 nella Pieve di Talignano (PR) all’interno della manifestazione.“La notte delle Pievi”. Nei mesi successivi tengono alcuni concerti e partecipano a diversi concorsi, vincendo 1° premi assoluti al Concorso “Parma Lirica Giovani Talenti”, al Concorso Internazionale “Suoni d’Arpa” a Villa Medici Giulini, al termine del quale si sono esibiti nel Teatro di Villa Reale di Monza, al Concorso di Spoleto “Strumenti & Musica Festival” (il M°Giancarlo Menotti, fondatore del Festival del Due Mondi, ha assegnato loro il premio G.Menotti 2014) e al 21° Concorso di Musica da Camera “Rospigliosi” (Pistoia). Recentemente hanno effettuato un concerto di beneficenza a Traversetolo (PR) presso il Centro civico “La Corte Agresti” a favore del Centro Giovani Montanara danneggiato dall’alluvione che ha colpito Parma il 12 Ottobre, a “Parma Lirica” e suoneranno nelle stagioni ufficiali del Festival dell’Arpa a Taggia (Imperia) e “Conoscere la Musica” (Bologna).

Matteo Carbone è nato a Parma nel 2000. Inizia lo studio dell’arpa all’età di 6 anni con Alessandra Ziveri e nel 2009 entra al conservatorio “A. Boito” sotto la guida della Prof.ssa Emanuela Degli Esposti dove attualmente frequenta il 2° ciclo dei corsi preaccademici. Fa parte dell’orchestra d’arpe “Leonardo Primavera” , del quartetto “Milleni-Um Harps” e del duo “Aemme”. Ha partecipato a numerosi workshop e master classes tenuti da famosi arpisti (Jeuan Jones, Vincenzo Zitello, Letizia Belmondo, Marcela Mendez, Lincoln Almada e Marcella Carboni). Nel 2008 ha fatto parte dell’ orchestra di 17 arpe che, diretta da Emanuela Degli Esposti, ha accompagnato il piccolo coro dell’Antoniano nella trasmissione “Aspettando il Natale”, in onda su RAI 1 in mondovisione la sera della vigilia di Natale per introdurre la Messa di Papa Karol Wojtyla. Svolge attività concertistica, sia con arpa classica che con arpa celtica, e ha partecipato a numerosi concorsi vincendo numerosi 1° premi assoluti; nel 2010 a Pianoro al I° concorso musicale nazionale “Note per la memoria”, all’  8° concorso internazionale “Luigi Zanuccoli”, all’8° concorso nazionale “Citta di Riccione”; nel 2011 al 4° concorso nazionale “..e lucevan le stelle” Parma Lirica (1° assoluto per 5 edizioni consecutive e premio speciale “Edgardo Egaddi”); nel 2012 al XXI° concorso “Riviera della Versilia”, al 6° concorso nazionale “Carpineti in musica” e borsa di studio Bione Franchini; nel 2013 al 3° concorso internazionale “Festival di Bellagio”, al 2° concorso musicale “Giovani interpreti Accademia musicale pescarese”  e Premio Virtuosismo, al  3° concorso internazionale “Suoni d’Arpa” a Salsomaggiore Terme (1° premio nella categoria arpa celtica e 3° premio nella categoria arpa a pedali); nel 2014  all’11° concorso internazionale di musica “in ricordo del Prof. Luigi Cerritelli” (presidente di giuria Marcello Abbado), al 7° concorso nazionale di esecuzione musicale “Città Piove di Sacco”(2°premio), al  5° concorso internazionale giovani musicisti “Antonio Salieri”, Legnago (1°premio), al 4° concorso internazionale “Suoni d’Arpa” a Villa Medici (1°premio Aemme Duo), 7° concorso internazionale “Musica & strumenti” a Spoleto (1° premio assoluto categoria ensemble ).

Andrea Coruzzi  è nato nel 1998, frequenta a Parma  il Liceo Linguistico “G. Marconi” e il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, dove studia  fisarmonica con il M° Giorgio Dellarole e saxofono con il M° Massimo Ferraguti. Ha conseguito brillantemente la Licenza di Teoria, Solfeggio, Dettato musicale e  il Diploma di Pianoforte Complementare. Ha preso parte ad importanti rassegne fisarmonicistiche, a concerti e a numerose  trasmissioni televisive tra le quali “I Fatti Vostri” di  RAI 2 nella rubrica “Saremo Famosi”. Ha collaborato con il Festival Valceno Arte per la stagione concertistica 2010 e 2011, ha partecipato al Bologna Festival 2014 con l’ Ensemble da Camera del Conservatorio “A. Boito” di Parma. Ha partecipato, e vinto, con entrambi gli strumenti, a vari concorsi nazionali e internazionali: nel 2009  al 2°Concorso Nazionale   “e lucevan le stelle”  Parma Lirica (1°assoluto alla  Fisarmonica per 5 edizioni , 1° assoluto al saxofono  per 4 edizioni e premio speciale Edgardo Gaddi),5° °Festival Internazionale della fisarmonica”  Rumo (Tn) 1° assoluto (Fisarmonica); nel 2010 alla“19° Festa Internazionale della Fisarmonica” Erbezzo (Vr) 1° Premio, al  Concorso Internaz. di Esecuzione Strumentale e Vocale “Rovere D’oro” a Imperia 2° premio (Saxofono), alla  “XVIII International Music Competition”  Cortemilia (Cuneo) 2° premio (Saxofono); nel  2011 al   Concorso Internazionale Giovani Musicisti “Premio Antonio Salieri” Legnago (Vr) 2° Premio (Fisarmonica), al 1° Concorso Naz. di Esecuzione Musicale “Città di Guastalla”  1° Premio (Saxofono),  al 4° Concorso Naz. di Esecuzione Musicale “Città Piove di Sacco” (Pd)   2° Premio al Saxofono e 1° Premio con la fisarmonica, al“Concorso Internazionale di Musica della Val Tidone” (Pc) 1° assoluto (Fisarmonica), alla“ 20° Festa Internazionale della Fisarmonica” Erbezzo (Vr) 2° Premio (Fisarmonica); nel 2012 al  2° Concorso Naz. di Esecuzione Musicale “Città di Guastalla”   2° Premio (Saxofono), al “65° Coupè Mondiale di fisarmonica” cat.Junior Virtuoso  Entertainment Competition 7° Classificato; nel 2013 al  “Concorso Internazionale di Musica della Val Tidone” (Pc) 3° premio   (Fisarmonica), al “ 7° Accordion art festival Italia award” Pineto(Te)  1° premio (Fisarmonica), al “The World of Accordion” International festival Castelfidardo 1° Assoluto (Fisarmonica); nel 2014 al “ 8° Accordion art festival Italia award” Roseto Degli Abruzzi (Te)  1° premio (Fisarmonica).


 

Raoul Moretti

Raoul Moretti

Raoul Moretti

Raoul Moretti è uno degli arpisti più versatili e sperimentali con un approccio molto originale allo strumento. Tale approccio, negli anni, lo ha condotto a sviluppare un percorso artistico alla ricerca di uno stile personale. I numerosi interessi lo hanno portato a confrontarsi con numerosi mondi musicale e altre forme di arte, dando vita spesso a progetti davvero unici nel panorama musicale. Tra le collaborazioni ricordiamo lo showman Fiorello, il comico Leonardo Manera, il cantante Beppe Dettori, l’attrice Isabella Carloni, la scrittrice Michele Murgia, i videoartisti Olo Creative Farm, il Teatro Piccolo,la band The Vad Vuc, l’arpista Vincenzo Zitello, il progetto Nichelodeon e altre collaborazioni della scena underground ed elettronica internazionale. Ha suonato nei più importanti festival internazionali di arpa in Italia, Svizzera, Paraguay, Cile, Messico, Brasile ed in Australia, Francia, Belgio, Cina.

Letizia Belmondo

Letizia Belmondo

Letizia Belmondo

Nel Febbraio 2001, all’età di 19 anni, Letizia si è aggiudicata il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale di Israele dove le è anche stato assegnato il Premio “Ester Herlitz” per la migliore interpretazione di un pezzo contemporaneo.
Dal suo debutto internazionale a 14 anni con l’Orchestra RTE di Dublino, Letizia Belmondo ha vinto un numero straordinario di concorsi e premi: Concorso Internazionale di Arpa a Lausanne nel 2000 e il Premio Speciale per la miglior interpretazione del “Prélude” di A. Jolivet, Concorso Franz Schubert, Concorso Martine Geliot a Lille, Terzo Grand Prix al Concorso Lily Laskine nel 1999, Concorso della Società Umanitaria nel 1998, Premio Rovere d’Oro nel 1997, Concorso Victor Salvi nel 1995.
Dopo il debutto alla Wigmore Hall di Londra, ha raccolto successi e riconoscimenti in tutta Europa e negli Stati Uniti.
Per la “Egan records” ha registrato il suo primo CD (Harp Recital) nel 2002 e nel gennaio 2006 ha inciso con l’Orchestra della Radio di Varsavia 3 concerti per arpa: Mozart (n.6, KV238 per pianoforte trascritto per arpa), Gliere e Zabel.
Dopo il suo debutto con l’Orchestra Mozart nel 2007, Letizia è stata invitata nel 2008 dal M. Claudio Abbado a registrare il Concerto per flauto, arpa e orchestra di Mozart per la Deutsche Grammophon.
Dal giugno 2005 è prima arpa all’orchestra dell’Opera Royale de la Monnaie a Bruxelles. Ha suonato sotto la direzione di direttori come M. Wung Chung, K. Ono, M. Benini, A. Fisher, C. Rizzi, R. Frühbeck de Burgos e dal 2008 è invitata dall’Orchestra del Festival di Lucerna diretta da Claudio Abbado.
Dal 2011 insegna alla Haute École de Musique di Lausanne e dal 2006 al 2008 Letizia è stata assistente del M. Fabrice Pierre al CNSMD di Lyon.
È regolarmente invitata per delle Master Classes in Europa e negli Stati Uniti e come membro di giuria in vari Concorsi Internazionali di Arpa come il Concorso Internazionale di Arpa in Israele e il Concorso “Lily Laskine” in Francia.
Nata a Torino nel 1981, inizia a studiare l’arpa nella sua città a 8 anni presso il Suzuki Talent Center. Dal 1989 prosegue gli studi con Gabriella Bosio ottenendo il diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino nel 1998.
Grazie anche ad una borsa di studio dell’Associazione per la Musica De Sono, Letizia continua i suoi studi al Conservatoire National Superieur de Musique de Lyon (Francia) sotto la guida del M. Fabrice Pierre e successivamente alla Juilliard School di New York con Nancy Allen. Letizia ha anche avuto l’occasione di partecipare a delle master classes e di studiare con Judith Liber.
La sua formazione musicale si compie anche con lo studio del violoncello, che inizia a soli 5 anni, proseguendolo con Antonio Mosca presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.


Cormac De Barra

Cormac De Barra

Cormac De Barra

Cormac De Barra comes from a family of traditional musicians and singers from Dublin. He is the third generation of harper in the family and studied Irish harp with his grandmother, Róisín Ní Shé. He also studied concert harp in the US with Leone Paulson, a Julliard graduate and student of Carlos Salzedo.
Cormac’s professional debut was a six-month tour in Osaka, Japan playing in the Irish Exhibition at Expo ’90. While in Japan he gave a performance for Emperor Akihito and Empress Michiko in their palace at Akasaka, Tokyo. Also present at the recital was Irish Nobel Laureate, Seamus Heaney.
Cormac also spent six months in Seville, Spain, performing at Expo 92 where he performed for the Queen of Spain. Since then, he has performed all over Europe, North America, Brazil and Australia.
Cormac is renowned internationally as a versatile harper and continually pushes the boundaries of the Irish harp through
his work with a wide array of artists, including punk icon and actress Hazel O’Connor, Irish singer and composer, Julie Feeney and the Grammy Award winning Irish group, Clannad.
He also released a CD last year with Moya Brennan, lead singer with Clannad. The CD is called Voices & Harps and features Moya and Cormac on Irish and wire-strung harps and singing many well-known traditional Irish songs.
Cormac also tours and records with his brothers Fionán and Éamonn in the family group, Barcó. Besides his busy performing schedule he presented an arts series on Irish television for three years and regularly gives workshops and masterclasses around the world. He teaches every year at the largest harp festival in Ireland and at the Willie Clancy Summer School in County Clare. He is also about to release a new harp duo CD with Anne-Marie O’Farrell this summer.


Judith Liber

Judith Liber

Judith Liber

Judith Liber, accreditata da Zubin Mehta, Leonard Bernstein e altri come una delle più grandi arpiste orchestrali del mondo, ha ricoperto il ruolo di prima arpa solista con la Israel Philharmonic Orchestra dal 1963 al 2000. Nata e cresciuta negli Stati Uniti, si è diplomata presso l’Oberlin College e successivamente ha compiuto gli studi superiori presso l’Università dell’Illinois e presso il Mozarteum di Salisburgo. La sua educazione musicale iniziò col violino all’età di cinque anni; a sette cominciò a prendere lezioni di pianoforte. Continuò lo studio del violino e del pianoforte fino a quando assistette al suo primo concerto d’arpa. A dieci anni iniziò a studiare l’arpa con Dorothy Henschen, che la preparò per i suoi studi più avanzati con la professoressa Lucy Lewis presso l’Oberlin College e, più tardi, con Carlos Salzedo, presso la Salzedo Harp Colony a Camdem, nel Maine.
La sua carriera di solista, camerista ed orchestrale, la ha messa personalmente in contatto umano ed artistico con i maggiori artisti del nostro tempo. Ha registrato la Scottish Fantasy di Bruch con Itzhak Perlman, Zubin Mehta e la Israel Philharmonic, e Halil di Bernstein con J. P. Rampal, sotto la direzione dello stesso compositore. Ha avuto un particolare successo con la sua interpretazione del Concerto per arpa di Ginastera con il maestro Mehta e la Israel Philharmonic Orchestra. Il suo suono inconfondibile si può sentire nelle molte registrazioni della Israel Philharmonic Orchestra dal 1963 al 2000.
La signora Liber è un’insegnante di fama internazionale. Ha insegnato presso l’Università di Tel Aviv, l’Accademia di Musica e Danza di Gerusalemme, l’Accademia Musicale di Firenze. Per molti anni ha tenuto il corso di interpretazione orchestrale presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale a Saluzzo. Ogni anno tiene corsi di perfezionamento a Firenze per gli Amici della Musica e a Grandola ed Uniti, sul Lago di Como. Recentemente ha tenuto Master Classes presso il Conservatorio A. Boito di Parma, ad Asolo, a Cuneo e alla Julliard School of Music di New York and at the Royal College of Music in London. Fra i suoi allievi vi sono alcuni dei più importanti solisti ed insegnanti del mondo.
Judith Liber è Direttore Musicale e vice-presidente del Concorso Internazionale di Arpa di Israele ed è presidente della sua giuria internazionale.
Ha pubblicato trascrizioni per arpa tratte dai Préludes per pianoforte di Debussy e anche molti articoli sull’arpa e sulla sua collocazione nel mondo della musica. Il suo CD da solista, Recital, contiene diverse delle sue trascrizioni.
La signora Liber attualmente vive con suo marito sul Lago di Como. Molti giovani arpisti giungono da tutto il mondo per cercare di sviluppare, sotto la sua guida, la bellezza e la proiezione del suono dell’ arpa.
Ha tenuto conferenze in tutto il mondo sul “Potere della Musica” e ha scritto un libro, Metodo per Arpa, il potere della musica, recentemente pubblicato da Ut Orpheus Edizioni.


Emanuela Degli Esposti

Emanuela Degli Esposti

Emanuela Degli Esposti

Emanuela Degli Esposti (born in Bologna, Italy) began to study harp under Professor Alba Novella Schirinzi and graduated from Bologna Conservatory of Music with maximum marks. She completed her studies at the Rubin Academy of Tel Aviv, Israel under Professor Judith Liber.
She played as First Harp in the orchestras of Florence, Milan, Naples, Genua, Bari and in the Swiss Radio Orchestra of Lugano, performing with conductors such as Berio, Chailly, Delman, Ficher, Inbal, Metha, Muti, Oren, Pretre and many others. She won the First Prize at the international competitions in Stresa (1982-1985), Palmi (1982-1984) and Milano (1985). As soloist with the orchestra she performed Haendel, Mozart, Dittesdorf, Gossec, Reineke, Debussy, Ravel, Berio, Sheriff.
Emanuela Degli Esposti performed premieres of noted contemporary composers in Italy and abroad. Her recordings of particular note include a CD of contemporary composers for Fonit Cetra (1988), Mozart’s Concerto K299 for The California Art Foundation (2000), a solo and chamber CD with the Nocturne Quartett for Tactus (2008) and four CDs for La Bottega Discantica: Sonate Concertanti by Louis Spohr (1998), Pedal Harp (solo recital, 2003), Duo d’Harpes au XVIII Siecle (2007) and Valse (solo recital, 2012).
As a soloist and chamber music performer she collaborates with various ensembles (Octandre, E.Varèse, I Solisti dell’Orchestra A.Scarlatti, l’Accademia Bach, I Virtuosi Italiani, l’Uberbrettl Ensemble)and plays in duo with the harpists Ieuan Jones and Davide Burani , the flautists Dante Milozzi and Nicola Guidetti, the oboists Giuliano Giuliani and Marino Bedetti, the organist Andrea Macinanti. She plays in trio with the flautist Mattia Petrilli and the violist Olga Arzilli.  She is director of the harp’s orchestra Leonardo Primavera.
Emanuela Degli Esposti published a book about C.P.E. Bach and edited for UT Orpheus many urtext editions for harp, which have been included in the programs of international harp competitions such as the International Harp Contest in Israel (2003-2009), the International American Harp Competition (2012), the Franz-Josef-Reinl International Harp Contest in Munich (2013).
She is Professor of Harp at the Arrigo Boito Conservatory of Music in Parma, Italy, and was jury member in international harp contests such as Munich (1999), Israel (1998-2003),   Marcel Tournier International Harp Contest (2009-2012), Republic of Serbia Harp Contest (2014). From 1998 to 2011, she organized and collaborated for the Judith Liber’s International Master Class of Harp in  Villa Camozzi on the Como Lake.
Emanuela Degli Esposti helds international master classes in Assisi (2009/10/11), London,Royal College of Music (2006/10/13),Lovere -Tadini Academy (2012/13), Mokranjac Academy of Belgrad and  Jovan Bandur Music School of Pancevo (2014), Royal Conservatory of Madrid. She is President of the Italian Harp Association and Artistic Director of the Festival and Competition “Suoni d’Arpa”.


Ieuan Jones

Ieuan Jones

Ieuan Jones

Ieuan Jones è nato in Galles dove ha iniziato lo studio dell’arpa all’età di 6 anni. A soli 13 anni è entrato a far parte della N. Y. Orchestra of Wales e in seguito della N. Y.Orchestra of Great Britain. Ha studiato al Royal College con Marisa Robles e ha vinto numerosi premi tra i quali la “Tagore Gold Medal” e la “Queen Mothers Rose Bowl”. Arpista della House of Commons, ha vinto la Royal Over-Seas League Music Competition nel 1985 e ha conseguito il 2°premio all’Israel International Harp Contest. Ha effettuato tournée come solista in tutto il mondo (in 25 paesi), ottenendo unanimi consensi al Concertgebouw, alla Royal Albert Hall, al teatro di Melbourne,nella City Hall di Hong Kong, a Manila, in Spagna dove è stato definito “Esplendoroso Jones”. Ha effettuato i principali concerti solistici per arpa accompagnato dalla London Philharmonic, la BBC Symphony O., la S.O.de Siville Ha inciso numerosi CD, tra i quali uno di musiche francesi, i concerti di Mozart e Rodrigo, e “Liszt of the Harp”. Insegna al Royal College of Music di Londra e ha fatto parte della giuria dei più prestigiosi concorsi d’arpa (Tel Aviv, Monaco, Parigi, Lille, Tokyo).


Mara Galassi

Mara Galassi

Mara Galassi

Mara Galassi ha studiato arpa moderna sotto la guida di Luciana Chierici presso la Civica Scuola di Musica di Milano, diplomandosi al Conservatorio di Pesaro. Ha seguito i corsi di perfezionamento a Londra con D, Watkins e a Zurigo con E.Huerlimann. Ha suonato con le orchestre della Rai di Milano e Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, Opera di Genova e Teatro Massimo di Palermo.Dal 1984 si è dedicata all’esecuzione sull’arpa doppia del repertorio rinascimentale e barocco, perfezionandosi al Conservatorio di Rotterdam con D.Collyer ed al Sarah Lawrence College di New York con P.O’Brien. Ha seguito a Londra i corsi di musicologia di M.Morrow ed è socio fondatore della Historical Harp Society e membro della Historical Harp Society of America. Collabora con: Concerto Vocale,Concerto Italiano, Concerto Koeln, Freiburger Barockorchester, Akademie fuer alte Musik (Berlin), Concerto Soave, Mala Punica, Musica Petropolitana (San Pietroburgo). Ha inciso per Tactus, Symphonia, Ricordi, Arcana, Erato, Harmonia Mundi, Opus 111. Per Glossa Music ha pubblicato i CD Il viaggio di Lucrezia, (premiato con “Choc de la Musique” e “Cannes Award”), Les Harpes du Ciel, A Microcosm Concerto con musiche di G. F. Haendel. Per Harmonia Mundi, con la Freiburger Barockorchester, ha inciso il concerto per arpa e flauto di W. A. Mozart con strumenti originali. In collaborazione con D. C. Colonna,ha ideato lo spettacolo Voluptas Dolendi. I gesti del Caravaggio. Dal 1989 è docente di arpa rinascimentale e barocca e musica da camera presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano e dal 2007 presso la Esmuc di Barcellona.


Lincoln Almada

Lincoln Almada

Lincoln Almada

Lincoln Almada, nato in Paraguay, fin da molto giovane suona come percussionista in diverse formazioni, soprattutto nella musica tradizionale per banda. Più tardi integra queste esperienze nella interpretazione dell’arpa dedicandosi alla musica popolare e fusion. In Paraguay l’arpa conserva ancora delle tecniche antiche perdute già da tempo in Europa; Lincoln Almada possiede ancora queste tecniche e insieme alle influenze europee e contemporanee ha elaborato il suo stile personale. All’interno del suo repertorio riunisce i ritmi della regione guaranì (Paraguay e litorale argentino), musica «llanera» (Colombia e Venezuela) e musica afro-latinoamericana (Cuba e Perù). Lincoln Almada ha svolto una intensissima attività concertistica suonando nelle più prestigiose sale di Europa, Canada e Sudafrica; ha suonato con i maestri Adama Drame (Burkina-Faso), Raùl Barboza (Argentina), Giovanni Imparato (Italia), David Mayoral (Spagna), Christina Pluhar (Austria) .Alla sua attività musicale affianca numerosi corsi in prestigiose istituzioni europee: Harpe-Diem Leuven (Belgio), Conservatorio de L’Aja (Olanda), Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera), Conservatorio di Saragozza (Spagna), Scuola di Arpa Popolare di Viggiano (Italia), Conservatoire de Toulouse (Francia), tutti indirizzati all’improvvisazione e interpretazione dei ritmi latinoamericani e alle tecniche dell’arpa gesuita.


Roberto Cappello

Roberto Cappello

Roberto Cappello

Roberto Cappello ha iniziato gli studi con il padre, imparando a suonare sin da giovanissimo sia il pianoforte che il violino. A sei anni ha esordito in pubblico, presso la prestigiosa Konzerthaus di Vienna, suscitando grande entusiasmo di pubblico e di critica. Ha quindi proseguito lo studio del pianoforte con il maestro Rodolfo Caporali, con il quale si è diplomato presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma nel 1974. Lo stesso anno vince il Concorso Pianistico “Città di Senigallia” e “Maria Canals” di Barcellona, nel 1975 il Concorso Nazionale di Treviso e nel 1976 ha vinto il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, premio che da 22 anni non veniva assegnato ad un pianista italiano.
Nella sua carriera ha dato più di 2000 concerti. Ospite delle maggiori istituzioni concertistiche italiane ed estere, è regolarmente invitato dai più importanti festival internazionali e ha tenuto numerosi recital in Francia, Austria, Svizzera, Germania, Belgio, Olanda, Ungheria, Jugoslavia, Spagna e Lussemburgo. Ha inoltre effettuato una tournée in Australia nel 1989. Nel 1991 ha inciso i valzer di Johann Strauß nelle trascrizioni virtuosistiche dei più famosi pianisti del passato.
Nel settembre 1994 ha inaugurato la stagione da camera del Teatro alla Scala di Milano e nel 1995, la stagione da camera di S.Cecilia, eseguendo in entrambe le occasioni, i 12 Studi Trascendentali di Liszt. Nel 1996 è stato in Germania per una serie di concerti con l’Orchestra Nazionale della RAI, eseguendo il concerto n.5 per pianoforte e orchestra di Beethoven. Tra il 1997 e il 1998 ha eseguito a Vienna. Budapest, Zagabria, Belgrado, Parigi, Bruxelles, Anversa, nella doppia veste di solista e direttore il concerto K466 di Mozart.
Nel 2000 ha sostenuto una serie di concerti in Gran Bretagna (Londra, Manchester, Glasgow). Il 2001 lo ha visto impegnato negli Stati Uniti ed in Giappone.
Ruolo importante riveste l’attiva cameristica, in collaborazione con il Quartetto Kodály di Budapest.
Ha registrato l’intero Corpus di Lieder di Schubert nelle trascrizioni di Liszt con Acustica Edizioni. Incide per Fonit Cetra, Edizioni Paoline, A.M.C., [Acustica]. Nel 2003 ha inciso con la BMG Ricordi Ariola alcuni concerti per pianoforte-orchestra: Mozart, Concerto per pianoforte e orchestra n. 20 K 466; Beethoven, Concerto n. 3 in Do minore, op. 37; Pëtr Il’ič Čajkovskij, Concerto n. 1 in Si bemolle minore.
Viene costantemente invitato a presiedere le giurie di concorsi nazionali ed internazionali.
È docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma ed è stato nominato Direttore per il triennio 2010/11 – 2011/12 – 2012/13.


Susanna Mildonian

Susanna Mildonian

Susanna Mildonian

Susanna Mildonian was born in Venice, Italy – daughter of Armenian parents.
She studied harp with Margerita Cicognari at Benedetto Marcello Conservatory in Venice and later on in the Conservatory of Paris where she became the favourite student of Pierre Jamais, the head professor of the harp course.
Susanna Mildonian is the only harpist to have ever won first prize in all three major International Competitions: First prize in the First International Harp Contest in Israel, unanimous First Prize at the International Music Competition in Geneva and First Prize in the Marcel Tournier International Competition in Paris. She has also been awarded the prestigious Grand Prix du Disque in Paris.
At present Susanna Mildonian is Professor of Harp at the Royal Conservatory of Music in Brussels, Belgium and of the International Summer course in “Accademia Musicale Chigiana” in Sienna and of the International Course “Centro di Cultura Musicale Superiore” for Perfection in Venice, Italy.
Professor Susanna Mildonian is frequently invited to give master classes and concerts all over the world.
She is also regularly participating in the World Harp Congresses, as on the final concert of the 8th World Harp Congress in Geneva, Switzerland, 28 July, 2002.


Zsolt Czetner

Zsolt Czetner

Zsolt Czetner

Zsolt Czetner è nato nel 1979 a Székesfehérvar (Ungheria). Ha iniziato lo studio del piano a 8 anni e a 12 anni fu scelto nella “Special Talents Class” alla Accademia di Musica “F. Liszt” di Budapest. A partire dal 1991 debutta con una tournée in Israele e successivamente si è esibito nelle pricipali sale in Europa, negli Stati Uniti d’America e in Giappone.
Tra il 1995 e il 2001 ha vinto numerosi premi tra cui il Primo Premio al Concorso Internazionale di pianoforte “Carl Fitsch” e il Premio “Bartok” all’Accademia Internazionale Estiva in Austria. Ha ricevuto inoltre la prestigiosa borsa di Studio della Repubblica Ungherese per l’anno accademico 2000/2001.
Ottenuto il diploma con lode nel 2002 all’Accademia “F.Liszt” Zsolt ha continuato i suoi studi al Conservatorio Superiore di Musica di Bruxelles (Belgio) sotto la guida di Piet Kuijken.
Ha partecipato a numerose master class di T. Vasary, D. Lively, G. Sebok.
Dal 2004 lavora come pianista all’Opera di Bruxelles e dal 2006 è assistente permanente del direttore del coro. Ha lavorato con cantanti come J. Van Dam, J. Hamari, M. Berti, C. Colombara, Sumi Jo, e direttori come Z. Metha, M. Benini, A. Fischer, K. Ono, R. Jacobs,..


Duo Alchimia

foto duo alchimia

Duo Alchimia

Both graduated from the Conservatory of Music A. Boito in Parma Alice and Alessandra founded the harp duo “Alchimia” with the intent to offer the public a wide repertoire, sometimes unusual, sometimes forgotten. After following Masterclasses with teachers of international renown, have studied this type of chamber music repertoire researching and performing original compositions and transcriptions, faced with deep expertise style.
Their projects range by genre and period, including original pieces by authors from classical period to contemporary: particularly appreciated were the concerts in Rocca di Vignola (MO) within the Exhibition “Suoni entro le Mura” with two programs entirely dedicated to the music and composers of the 900.
They perform in many concerts held throughout Italy: were featured in prestigious music festivals in Genoa, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Pavia, Novara, Milan.
Alchimia Duo has recorded for the label Tactus (BO) a program entirely dedicated to transcriptions of Italian authors of the ‘800 on the Operas of M°Giuseppe Verdi: the CD will be released in 2013 on the occasion of the bicentenary of the birth of the great opera composer.


Carolina Coimbra

Carolina Coimbra

Carolina Coimbra

Carolina Coimbra was born in 1992 in Vila Nova de Gaia, Portugal. Her musical talent started to flourish at 6 years old, when she began to learn the piano. One year later she entered the harp class of Ana Paula Miranda at the Conservatório de Gaia. Since 2010, Carolina Coimbra studies at the Zürcher Hochschule der Künste (classes of Catherine Michel, Irina Zingg, Sarah O’Brien). An international prize winner, Carolina has the following prizes to her credit: “18th International Competition Petar Konjovic, Harp“ Mai 2013, Category III (1.Prize), “Concurso de Harpa da Escola de Música Nossa Senhora do Cabo“, Mai 2013, (1.Prize), “4°Concorso Internazionale di Arpa Marcel Tournier” 2012 (Category B, (First Prize), “XI Concurso Arpa Plus”, Sexto Grau Medio in Sevilla 2009 (Second Prize) Concurso de Execução Musical, Harpa, Gaia” 2008 (First Prize), among others.
As a soloist, Carolina appeared at the festival “2 Ciclo de Harpa Internacional do Porto” in September 2012 in Portugal, presenting her debut solo recital.
Carolina has a particular sensibility and predisposition for chamber and orchestral music and has collaborated with various ensembles and orchestras including Orchester des Opernhauses Zürich, Akademische Orchester Zürich, Orchester der Zürcher Hochschule der Künste, Orquestra Clássica de Espinho, Orquestra Filarmonia das Beiras, Orquestra Sinfónica ESMAE, Banda Sinfónica Portuguesa, Orquestra do Norte, Filarmonia de Gaia, and with conductors like Fabio Luisi, Jesús López-Cobos, David Zinman, Alex Schillings, Douglas Bostock, Ernest Schelle, Paulo Martins, António Saiote, António Lourenço, Cesário Costa, Dominique Debart, Jean-Marc Burfin, Yuri Nasushkin und Mário Mateus.
An important influence on Carolina’s professional and personal growth is ensured by studying, since 2009, at the International Summer Harp Academy “HarpMasters” in Switzerland. Masterclasses with world-leading harpists such as Milda Agazarian, Elinor Bennett, Mara Galassi, Skaila Kanga, Germaine Lorenzini, Isabelle Moretti, Marielle Nordmann, Isabelle Perrin, Ion-Ivan Roncea and Park Stickney serve as long-time inspirations for the young harpist. She has also participated in Masterclasses with Marie Pierre-Langlamet, Mario Falcao and Gabriela Bosio. Since September 2012, Carolina studies at the newly established HarpMasters department – “HarpMasters Excellence” Academy – with Irina Zingg.
In 2013, Carolina Coimbra will present her solo recitals at two “HarpMasters on the Road” projects: “Oporto Harp Week” (March, Portugal) and “Pfingsten with HarpMasters” (May, Switzerland), followed by an opening recital for the Salsomaggiore Harp Festival (June, Italy).


Masumi Nagasawa

Masumi Nagasawa

Masumi Nagasawa

Masumi Nagasawa performs on Modern Grand Harp, Single-action Harp (18th-19th century historical harp), Irish Harp and Japanese Ancient Harp (Kugo). She studied with Phia Berghout at the Conservatory in Maastricht and the historical harp with Mara Galassi. Her study was concluded with the soloist diploma cum laude, followed by the award Prix d’Excellence. In 1990, she received the Muramatsu Music Prize Grand Prix Japan, which is awarded to a highly prestigious musician.
Masumi has given recitals in many international concert halls such as in Amsterdam, Tokyo, Budapest, Rome, Washington D.C., Copenhagen, and Brussels. Her recitals vary with expanded repertoire and programs. She has performed numerous programmes for radio and television in Europe and Japan. She has been a soloist with the Concertgebouw Chamber Orchestra, the St. John’s College Choir Cambridge, and also appeared as a soloist together with Dame Kiri te Kanawa. She has been invited to numerous International festivals including Kuhmo International Chamber Music Festival, Herbst Festival Düsseldorf, Takefu International Music Festival, Salzburg Music Festival, Geneva Music Festival, Akiyoshidai International Music Festival, Ittinger Pfingstkonzerte, etc. She has also performed with the Freiburger Baroque Orchestra, Balthasar-Neuman Ensemble, and as a soloist with the Nederlands Bach Vereniging.
Besides her performances, she has composed and arranged various pieces for the harp which have been published and recorded. She teaches at the Koorenhuis centrum voor kunst en cultuur and in the conservatory in Maastricht. Her CDs have been released by Toshiba EMI Japan, Etcetera and Channel Classics.


Lorenzo Montenz

Lorenzo Montenz

Lorenzo Montenz

Lorenzo Montenz, a Benedictine monk from Monte Cassino Abbey, started his musical studies very early on, achieving the highest mark and obtaining a diploma with honours in the harp class at the G. Nicolini Conservatory in Piacenza with. Prof. A. M. Restani. Subsequently, he perfected his skills with Anna Loro, Luciana Chierici, at the Guildhall School of Music in London with David Watkins and at the National Academy of St Cecilia in Rome with Elena Zaniboni.
He has given concerts with orchestras directed by the greatest conductors of our time and been invited to perform with the Italian Youth Orchestra, the San Remo Symphony Orchestra, the Giuseppe Verdi Orchestra of Milan, the A. Toscanini Symphony Orchestra, and the Symphony Orchestra of the National Academy of St. Cecilia playing under the most important conductors of our age (Carlo M. Giulini, Riccardo Muti, Donato Renzetti, Daniele Gatti, Myung-Wung Chung, Giuseppe Sinopoli e Claudio Abbado).
Strongly appreciated as soloist he gave solo recitals in Italy, Greek, Switzerland, Austria, Germany, England and Poland; he also gave master classes in Spain, Greek and Germany.
Following his graduation in philosophy with honours from the State University of Milan, he is Ordinary Professor of Anthropology at the School of Religious Studies in Parma, function he manages to combine with his activities as a concert performer and teacher.


Anna Loro

Anna Loro

Anna Loro

Born in Desenzano del Garda, Anna Loro studied in Verona Conservatory with Mirella Vita, and at the Gargilesse International Academy with Pierre Jamet.
Winner of important international and national competitions,she started an important concert’s activity when was still very young, as soloist and in chamber ensemble.
She played for important Associations and Musical European Societies , such as Teatro Comunale of Bologna, Piccolo Regio of Torino, Regio Theatre of Parma, Quartett Society of Milano, Fenice Theatre of Venice, September Music in Torino, Asolo Music, Musikverein in Vienna, Festival of Dresda, Festival of Salisburgo, Festival of Istambul, European Harp SYmphosium in Amsterdam, Festivals of Gargilesse, Salonicco, Tokyo and Nagoya.
Besides her soloist activity,since 1976 she played as first harp in the most important orchestras, in Italy and abroad, among them: the Radio Italian Swiss Orchestra, the RAI Symphony Orchestra of Torino, the Hessischer Rudfunk of Franckfurt, under the baton of Claudio Abbado, Lorin Maazel, Gianandrea Gavazzeni, Donato Renzetti, Luciano Berio, Umberto Benedetti Michelangeli, Salvatore Accardo, Raphael Frubeck de Burgos, Alexander Lazarev , Elhiau Inbal, George Prètre.
She collaborated with the Chamber Ensemble “Carme” with whom performed “Danses” by Debussy under the baton of J.P.Rampal. She has recorded a CD in duo with Anahi Carfi, dedicated to Donizetti, Spohr,and Saent-Saens. In 1998 she performed the Mozart Concert K299 in duo with Patrick Gallois with the Radio Orchestra of Lugano, under the baton of Jean Bernard Pommier. She recently recorded Mozart Concerto in duo with Bruno Grossi and the Radio Italian Swiss Orchestra, under the baton of Alan Lombard. She keeps Master Classes in Italy and abroad (Guidhall School in London, Royal College of Manchester) and is permanent harp teacher at Conservatory of Brescia.


Laura Papeschi

Laura Papeschi

Laura Papeschi

Laura Papeschi, Fiorentina, si diploma al Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze nel 1991 col massimo dei voti. Nel 1996 consegue il diploma di perfezionamento in arpa presso l’Academia Nazionale di S.Cecilia a Roma. Si perfeziona inoltre in Francia (Accademie Internationale de Harpe “Pierre Jamet”-Gargilesse)con Fabrice Pierre,a Siena presso l’Accademia Chigiana con S.Mildonian e in Israele con Juith Liber.
Dal 1995 fa parte del gruppo strumentale “Nuovo Contrappunto” formatosi nell’ ambito del Laboratorio di Musica Contemporanea presso la Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida del M.° M. Ancillotti, con il quale,dopo il debutto al Teatro Massimo di Palermo, ha suonato per varie importanti società di concerti quali:Amici della Musica di Udine,Ancona e Perugia,IUC Roma,Rimini Arteforum, Firenze “Musica e cultura oggi”,Teatro Giglio di Lucca,Torino Antidogma,e svolge intensa attività concertistica in Italia e all’estero; ha inciso,inoltre, per la NUOVA ERA. Per la Stagione 1999/2000 ha lavorato in qualità di Solo Harfenistin (Prima Arpa Solista) presso i Düsseldorfer Symphoniker-Deutsch Oper am Rein (Düsseldorf – Germania) a seguito del concorso internazionale per tale ruolo.
Vincitrice del concorso per Prima arpa presso l’Orchestra della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, dove attualmente ricopre tale ruolo.
Aggiunta stabile presso l’ Orchestra della Fondazione Arena di Verona dal 1999 al 2009 e presso l’Orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Bologna fino al 2003, ha collabora, in qualità di 1° Arpa, presso l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.
Ha collaborato e collabora inoltre con diverse Orchestre Lirico-Sinfoniche quali:
Teatro alla Scala di Milano, Fondazione Arena di Verona, Düsseldorfer Simphoniker- Deutsch Oper am Reihn (Düsseldorf Germania). Orch. “Cantelli” di Milano, Orch. Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”, Orch. Sinf. “G. Verdi” di Milano, Orch. del Teatro V.Bellini di Catania.
Ha vinto numerosi concorsi tra i quali: 2° premio “Città di Asti”1991; 1°premio assoluto con borsa di studio “Città di Tortona” 1993; 1° premio assoluto IX Concorso di Esecuz.Musicale “Franz Schubert” 1995;1°premio assoluto con borsa di Studio 5° Conc.Naz.”Giovani Musicisti”Montescudo 1996; 1° premio 4° Concorso Musicale Internazionale “Riviera del Conero”(AN) 1996; 1° premio assoluto 5° Concorso Naz.”Città di Grosseto” 1999.
Per quanto concerne l’attività didattica, ha insegnato presso il Conservatorio “G. da venosa” di Potenza e “A. Corelli” di Messina e presso l’Istituto superiore di studi musicali pareggiato “L. Boccherini” di Lucca. Ha tenuto Lezioni- Concerto e partecipato ad attività teatrali per le Scuole Elementari e Medie dei Comuni di Firenze, Forlì, S.Casciano Val di Pesa, Lerici (SP).
Ha inciso due colonne sonore con Arpa sola per documentari didattico-scientifci per il Centro Didattico Televisivo dell’ Università di Firenze e per l’Officina Farmaceutica dei Profumi di Firenze, fa parte del gruppo di ricerca del Centro Didattico.
Ha collaborato con la Scuola Musicale di Bertinoro (Fo) per corsi di Arpa e Arpa celtica aperti a bambini ed adulti e dal 2004 fa parte del corpo docenti dello “Stage per giovani musicisti e attori” che si tiene annualmente.
Da tempo si interessa alla musica e alla tradizione celtica avendo anche fatto parte del gruppo dell’ “Ensemble del Cerchio Magico” col quale,nel Marzo 2006, ha realizzato uno spettacolo intitolato “Merlino l’Incantatore” a Genova Teatro Garage.


Tatiana Donis

Tatiana Donis e il Girotondo d'Arpe

Tatiana Donis e il Girotondo d’Arpe

Tatiana Donis, si diploma a pieni voti in arpa presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nel 1992.
Nel 1986 vince il 3° premio al Concorso Internazionale di Parigi, che riconferma nel 1987 al Concorso Nazionale Salvi di Venezia.
L’anno successivo viene invitata a partecipare alla Rassegna per i migliori arpisti del Triveneto.
Nel 1991 affronta il corso di specializzazione con la prof.ssa Asja Varosja Agasievna presso il Conservatorio Rimsky Korsakov di San Pietroburgo dove, come miglior allieva, sostiene il concerto finale.
Contemporaneamente si perfeziona nella prassi esecutiva cameristica con il M. Enzo Caroli.
Nel 1996 consegue la laurea in Scienze Politiche presso l’Ateneo di Trieste discutendo una tesi con il prof. Claudio Bonvecchio.
Svolge un’intensa attività come solista ed in formazioni cameristiche (ha eseguito numerosi concerti sia in Italia che all’estero).
Ha al suo attivo ripetute collaborazioni con numerose orchestre italiane ed estere (Orchestra da Camera del Friuli–Venezia Giulia, I Cameristi Triestini, Orchestra dell’Opera Giocosa del FVG, Orchestra Civica di Fiati G.Verdi di Trieste, Orchestra di Chitarre “Città di Gorizia”, Pihalnega Orkestra di Maribor, Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau, Orchestra Sinfonica di Graz, Orchestra Filarmonica della città di Arad…).
Nell’autunno del 2000 è stata chiamata a collaborare con il Teatro G. Verdi di Trieste e con l’Orchestra Filarmonica del Teatro Verdi lavorando con maestri quali Khun, Vedernikov e Baudo.
A luglio del 2001 ha partecipato in qualità di arpista al TirolFestSpiele svoltosi ad Erl (Austria) sotto la direzione del maestro Khun e del maestro Ceccherini appuntamento che ha rinnovato nel 2003, nel 2004 e nel 2005 eseguendo l’intera tetralogia di Wagner, le Sinfonie di Mahler ed opere di Strauss quali Elektra e Gunthram.
Nell’autunno del 2006 conclude brillantemente il Biennio Accademico Sperimentale di II Livello presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, sotto la guida della prof.ssa Patrizia Tassini, discutendo una tesi dal titolo: “Carlos Salzedo: compositore, didatta, innovatore. La sua poetica in relazione ai sincretismi delle Americhe”.
Il suo repertorio spazia attraverso brani classici con una particolare attenzione alle melodie celtico-irlandesi, raffinando la sua tecnica esecutiva con artisti di calibro internazionale quali Grainne Hambly, William Jackson, Maire Ni Chathasaigh, Cormac de Barra..
Nel 2010 inoltre perfeziona il repertorio irlandese ed in particolare le melodie di O’Carolan in Irlanda al An Chúirt Chruitireachta Irish Harp Festival.
Nel 2003 fonda l’Ensamble “Girotondo d’Arpe” (curando la preparazione musicale dei suoi componenti e gli arrangiamenti dei brani eseguiti), una formazione di arpe folk che ha riscosso notevoli successi.
I suoi componenti provengono da diverse realtà musicali, sia di tipo professionale che amatoriale. Il repertorio proposto si concentra soprattutto su musiche tratte dalla cultura e dalla tradizione celtico-irlandese rielaborate per l’occasione.
Il gruppo si è esibito nell’ambito di festival e stagioni concertistiche in Italia e all’estero. Tra i concerti di maggiore rilievo vanno citati quelli realizzati per Sinfonie D’Autunno a Motta Visconti (Milano), Onde Mediterranee a Monfalcone (Gorizia), il circuito regionale Nativitas, Festival Mistà a Bellino (Cuneo), Snovanja a Castel Formentini (Gorizia), Mito-fringe (Milano), Folkest (Gemona del Friuli).
Il gruppo ha al suo attivo l’incisione di due cd: »Girotondo d’arpe«, un excursus tra le più popolari melodie appartenenti alla tradizione celtica e »Wandering Harps«, uscito a Natale del 2010 ed interamente dedicato alle melodie di T. O’Carolan e Thomas Moore.
Attualmente continua la sua attività didattica, presso la Glasbena Matica di Trieste e la Scuola di Musica Emil Komel a Gorizia, e di concertista, soprattutto in duo con il violinista Elia Vigolo; nel 2009 ha tenuto un corso di “Accordatura, manutenzione, registrazione dello strumento e Storia e letteratura dell’arpa” presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine.


Simona Marchesi

Simona Marchesi

Simona Marchesi

SIMONA MARCHESI was born into a family of musicians in Milan and began studying music and piano with her mother at age six. At the age of 11 she started playing the harp with Luciana Chierici going on to graduate under the guidance of Maria Oliva De Poli (First harpist at La Scala). She continued perfecting her skills on the harp with Susanna Mildonian and with Marisa Robles in London where graduated with honours at the royal College of Music. In 1987 she performed and held master classes in Houston (USA) where her passion for teaching and the education of the talent, took her to investigate the Suzuki method. In 1988 she performed at the Royal Festival Hall in London with the Marisa Robles Ensemble and James Galway. She was also First Harp at the Schleswig Holstein Festival working under the direction of Leonard Bernstein and Sergiu Celibidache subsequently touring to Moscow, Paris, London, Berlin, Bilea and Milan. She has worked in various theatres as First Harpist with several Italian orchestras. In 1990 she won the UFAM International Competition in Paris and the National Competition of Manta. She then dedicated herself to studying singing and choral direction. She has also taken seminars in the Kodaly method, about the audio-perceptual education with Ana Maria Davie and on the “Sistema Venezolano” founded by M° Abreu with Susan Siman. Since 2000 she has been a member of the European Suzuki Association as harp teacher to children of pre-school age. She collaborates with Anna Modesti in musical project with children and with the Pequenas Huellas, project for peace that promotes the spread of music involving young people from all over the world. She continues to hold master classes in Italy and other European cities. In 2005 she founded the Amadeus Musical Academy (AMA) of Agrate Conturbia dedicated to teaching music to children from the age of three upwards. In 2006 partecipates and organizes the event “Le dieci giornate di Brescia” which involved 200 children.
She is very appreciate for her teaching skills receiving several national and international awards.


Lisetta Rossi

Lisetta Rossi

Lisetta Rossi

Fiorentina, si è diplomata in arpa a Venezia con il massimo dei voti e la lode, si è perfezionata con maestri di scuola francese, tedesca e americana ed ha seguito i corsi di Musica da camera di Riccardo Brengola all’Accademia di Santa Cecilia di Roma.
Ha integrato la sua formazione diplomandosi in scienze sociali e interessandosi a discipline quali: Alexander, Feldenkrais, Taijiquan, metodo Stanislavskij.
Attualmente docente al Conservatorio “G.Puccini” di La Spezia, dal 2003 al 2010 ha tenuto i corsi superiori di Arpa, Storia e analisi del repertorio, Didattica dello strumento e Ensemble di arpe presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano.
Molti sono gli arpisti che hanno seguito i suoi corsi di perfezionamento, seminari e masterclass tenuti in Italia, Francia, Inghilterra, Portogallo e Bulgaria, profittando di un insegnamento che riflette l’esperienza artistica in campo solistico, cameristico e orchestrale.
E’ invitata nelle giurie di concorsi di esecuzione e numerose sue allieve si sono affermate in concorsi nazionali ed internazionali.
Dal 2003 al 2007 ha collaborato come prima arpa con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Televisione di Torino e, con i gruppi da camera della stessa, ha partecipato ai festival di musica contemporanea Nuova Musica e Settembre Musica di Torino e della Biennale di Venezia, eseguendo numerose prime mondiali.
Nello stesso ruolo ha suonato con le orchestre RAI di Milano, Maggio Musicale Fiorentino, RAI di Roma, Teatro Saõ Carlos di Lisbona, Sinfonica di Oporto, sotto la direzione dei Maestri Muti, Chailly, Bertini, Imbal, Barshay, De Burgos, Rath, Noseda, Kuhn e C.Tielemann. Quest’ultimo l’ha diretta nel Concerto in Do maggiore K 299 di Mozart per flauto e arpa.
È stata apprezzata in festival internazionali in Italia e in Europa come camerista e solista con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, Solisti Veneti, Carme, Ex-Novo Ensemble, Ensemble Garbarino Ensemble Ambrosiano, Antidogma, Musica d’oggi.
Nell’ambito del progetto Tesori Musicali Toscani, per la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio musicale toscano, rientra la pubblicazione delle 12 Sonate per arpa di Giovanni Francesco Giuliani, incise su un’arpa Erard a movimento semplice del 1818 per Brilliant Classic.
Ha al suo attivo partecipazioni in registrazioni radiofoniche ed incisioni discografiche per ERATO con i Solisti Veneti e per RICORDI e AMADEUS con le Orchestre Sinfoniche della RAI di Torino e Milano.


Anna Pasetti

Anna Pasetti

Anna Pasetti

Anna Pasetti si è diplomata in arpa presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco V.to; successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento sia per quanto riguarda l’arpa moderna, sia la prassi esecutiva su arpe storiche.
Attiva soprattutto nel campo della musica da camera, è stata premiata in oltre una dozzina di concorsi musicali nazionali e internazionali. Ha inoltre partecipato al “First International Chamber Music Festa” ad Osaka, su invito della “Japan Chamber Music Foundation”; nel 1998 si è esibita a Perugia in occasione del “4th European Harp Symposium”, cui ha fatto seguito l’anno successivo la partecipazione al “7th World Harp Congress” di Praga.
Ha collaborato con diversi giovani compositori, eseguendone le composizioni in prima esecuzione; ha inoltre preso parte alla prima incisione del Concerto di Bruno Maderna per due pianoforti, due arpe e percussioni (Stradivarius, 2001) e con il Quartetto d’Arpe di Venezia ha inciso un CD contenente le trascrizioni dei quattro concerti delle “Stagioni” di Vivaldi, più una composizione originale per quartetto d’arpe di Roberto Solci: Le Muse danzanti (Fine Tune/Recording Arts, 2000). Con il soprano Laura Vasta ha registrato il CD Ave Maria, prodotto da Radio Oreb (Vicenza).
Nel 1996 ha conseguito la laurea in Musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona (Università di Pavia), con una tesi sulla storia dell’arpa che è stata premiata con il massimo dei voti, lode e dignità di stampa. Grazie ai suoi studi organologici ha collaborato in qualità di consulente al restauro dell’arpa doppia estense del XVI sec. (comunemente detta “Arpa di Laura”) che ora è conservata presso la Galleria Estense di Modena; ha tenuto conferenze e corsi sulla storia dell’arpa presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona, la Scuola Civica di Musica di Milano, l’Istituto per i Beni Musicali del Piemonte, l’Università di Torino, i Conservatori di Udine, Parma, Milano, Cuneo, Trento, Castelfranco Veneto e Torino, la Brigham Young University di Provo (Utah – USA).
Ha insegnato arpa presso i Conservatori “N. Rota” di Monopoli (BA), “G. Frescobaldi” di Ferrara e “B. Marcello” di Venezia. Attualmente insegna presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia.
Negli a.a. 2010-2011 e 2011-2012 è stata consulente per la didattica arpistica presso la Scuola di Arpa Popolare di Viggiano (PZ), della quale ha ora assunto la direzione. Ha tenuto stage e Masterclass di arpa a Asolo (TV), Viggiano (PZ) e Montefiore Conca (RN).
Ha fatto parte della giuria del II e del III Concorso Internazionale di Arpa “M. Tournier” a Cosenza, del I e del II Concorso Internazionale “Suoni d’Arpa” a Salsomaggiore Terme (PR), e del “18th International Harp Contest in Israel” a Tel Aviv (22 novembre–6 dicembre 2012).
Considerata una delle maggiori esperte di storia dell’arpa a livello mondiale, autrice di oltre 200 pubblicazioni, Anna Pasetti dal 1996 dirige la collana “Magadis” dedicata alla musica per arpa per Ut Orpheus Edizioni (Bologna). Nell’estate del 2004 è stato pubblicato, sempre da Ut Orpheus, il suo primo libro dedicato alla storia dell’arpa fra antichità e medioevo, dal titolo Non arguta sonant tenui psalteria chorda, al quale è seguita la monografia L’Arpa (L’Epos, Palermo, 2008), sulla storia dell’arpa dal medioevo al Novecento. Nel luglio del 2010 è uscito il suo terzo libro, L’Arpa Viggianese nella storia della musica e dell’arpa in Europa, pubblicato dal Comune di Viggiano (PZ). Numerosi sono anche i suoi articoli monografici apparsi all’interno di riviste e volumi di studi. Le composizioni da lei pubblicate in edizione Urtext sono state inserite come pezzi d’obbligo nei programmi dei più importanti concorsi d’arpa del mondo e sono state incise in diversi CD solistici e cameristici da arpisti di fama internazionale.
Dal 2005 al 2008 Anna Pasetti è stata la curatrice del Museo dell’Arpa Victor Salvi a Piasco (CN) e ha progettato le esposizioni 2006, 2007 e 2008. In questo ruolo ha tenuto conferenze a San Francisco, Londra, Cardiff.
Attualmente è presidente dell’Associazione Italiana dell’Arpa.


Caterina Bergo

Caterina Bergo

Caterina Bergo

Caterina Bergo si è diplomata in arpa con il massimo dei voti e la lode sotto la guida della Prof.ssa P. Carlin presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, sua città natale, dove ha conseguito inoltre il Diploma Accademico di II livello con lode. Ha continuato il suo percorso di maturazione artistica perfezionandosi in Italia e Francia, partecipando a corsi di perfezionamento strumentale e di Musica da camera con docenti di fama internazionale, tra cui U. Holliger, J. Liber, A.N. Schirinzi.
Vincitrice di concorsi sia in veste di solista sia in formazioni cameristiche, ha completato la sua attività concertistica collaborando con numerose orchestre italiane ed estere (tra cui Orchestra Mihail Jora di Bacau, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Solisti Filarmonici Italiani, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Silver Symphony Orchestra, Orchestra del Giubileo, Orchestra Giovane Sinfonia, ORCV) ed incidendo per etichette europee ed asiatiche (Velut Luna, Audio Records, Primrose Music International, Denon). Si è esibita per il Gran Galà del Festival di Sanremo e in occasione del Premio Monte-Carlo 2011 presso la Salle Empire dell’Hotel de Paris nel Principato di Monaco, dove è stata invitata anche nel 2012 in qualità di artista ospite.
Interessata ad ogni forma di espressione musicale, ha studiato arpa celtica e canto lirico, disciplina in cui si è brillantemente diplomata nel 2007 sotto la guida della Prof.ssa M.G. Munari, perfezionandosi con il M° W. Matteuzzi. Contestualmente ha partecipato al Laboratorio attoriale “Stanislawskji” condotto dal M° S. Patarino.
Parallelamente alla carriera concertistica ha proseguito quella di ricerca musicologica, conseguendo con il massimo dei voti la Laurea Specialistica in Musicologia e Beni Musicali presso l’Università di Padova (tesi in Civilità Musicale afro-americana) e collaborando con varie riviste di settore, tra le quali Suonare News, Musica e la rivista Sipario, dalla quale ha ottenuto la menzione per il Premio della Critica dedicato a Carlo Terron. E’ regolarmente invitata quale relatrice in conferenze di carattere storico-musicale da associazioni ed enti culturali pubblici e privati, tra cui il XIII Festival Internazionale delle Arpe di Isolabona, Concorso Internazionale “Velluti” (progetto Incontri sull’Opera), XXV e XXVI Inverno Musicale di Bordighera.
Attiva nell’ambito della promozione artistico-musicale, ha collaborato con la rivista online ImfromIm della Provincia di Imperia per la sezione “Musica e Cultura” e ha seguito corsi post-universitari in Popular Music e Musical Management, ottenendo con la massima votazione il titolo di “consulente musicale” (Università di Genova, Ente di formazione Parasio e Dams di Imperia).
Da sempre interessata alla didattica, ha ottenuto l’abilitazione europea all’insegnamento dell’arpa con il Metodo Suzuki presso il Suzuki Talent Center di Torino sotto la guida della Prof.ssa G. Bosio. Ha recentemente pubblicato il volume “Piccole storie d’arpa”, edito da Armelin Musica, dedicato alla prima fase di studio dell’arpa classica e celtica. E’ docente dei corsi dell’Associazione “Maria Grazia Vivaldi” di Montalto Ligure (Im), “San Giorgio” di Cervo (Im) e “MusicArte” di Camporosso (Im). Ha lavorato quale docente di Musica per numerosi istituti statali italiani ed esteri, tra cui il College-Lycée Italien “Leonardo da Vinci” di Parigi.


Marcella Carboni e Max De Aloe

Marcella Carboni e Max De Aloe

Marcella Carboni e Max De Aloe

Da diversi anni Marcella Carboni esplora con tenacia e passione un universo di suoni che raramente ha visto protagonista l’arpa. Dopo il diploma ha dedicato tutte le sue forze alla ricerca di una sintesi. Il risultato, secondo le parole di Franco Fayenz, è quel suo “equilibrio fra il jazz e la musica europea, fra scrittura e improvvisazione, tecnica impeccabile e suono affascinante” (Il Foglio, 18 agosto 2007). La scintilla è scattata grazie all’arpista newyorchese Park Stickney, che le ha svelato le potenzialità dell’arpa jazz. Da lì in poi, la musicista e compositrice cagliaritana ha partecipato con la sua arpa elettroacustica a seminari e corsi di jazz in Italia e all’estero.
Se il primo effetto è la curiosità di vedere il suo scintillante strumento blu quasi fuori contesto, è stato grazie alle sue qualità artistiche che nomi del calibro di Bruno Tommaso, Paolo Fresu, Riccardo Zegna e Roberto Cipelli (solo per citarne alcuni) hanno deciso di collaborare con lei, spesso scrivendo composizioni pensate per il suo strumento o affidandole alcune delle proprie pagine, come è successo con un gigante come Enrico Pieranunzi. Ed è con questo bagaglio sonoro che la sua musica ha viaggiato fino alla realizzazione di “Trame” (BlueSerge), il suo primo disco da solista.
La critica l’aveva già notata grazie al cd d’esordio del Nat Trio (di cui fa parte insieme alla bassista Elisabetta Lacorte e al sassofonista Simone Dionigi Pala), pubblicato dalla Splasc(h) Records. Ma è con “Trame” che Marcella Carboni ha iniziato a farsi conoscere dalla stampa specializzata, tanto da classificarsi quarta (e unica arpista) nelle classifiche Top Jazz 2011 della rivista Musica Jazz nella categoria “Miscellanea”. Il 2011 è stato anche l’anno di “Nuance” (BlueSerge), disco realizzato in duo con Elisabetta Antonini – presentato in anteprima all’Auditorium del Parco della Musica di Roma – e dei primi corsi di arpa jazz in Italia, che Marcella ha tenuto prima in Sardegna per i seminari “Nuoro Jazz” e poi a Milano per la Camac Italia.
La vocazione per la musica afroamericana non le ha impedito di impegnarsi in ambito contemporaneo, di prendere parte a progetti cinematografici e teatrali, e di adattare il suo strumento alle necessità del soul, del pop e della musica elettronica. (www.marcellacarboni.com)
Max De Aloe annovera nel suo curriculum prestigiose collaborazioni in sala di registrazione e/o dal vivo con musicisti del calibro di Kurt Rosenwinkel, Adam Nussbaum, Bill Carrothers, Eliot Zigmund, Mike Melillo, Don Friedman, Garrison Fewell, Dudu Manhenga, Franco Cerri, Renato Sellani, Gianni Coscia, Gianni Basso, Dado Moroni e molti altri.
Ha all’attivo nove album come leader e una ventina come ospite, ma anche spettacoli in solo, realizzazioni di colonne sonore per spettacoli teatrali e documentari, oltre a collaborazioni con poeti, scrittori e registi.
Di Max De Aloe il direttore di All Music Guide di New York, Thom Jurek, ha scritto: “C’è un mistero nel cuore del sound di Max De Aloe e nelle profonde radici del suo approccio armonico al jazz che è impenetrabile. Il suo è un disco importante in ogni sua parte e quasi certamente farà sì che ognuno ascoltandolo riconsidererà all’armonica un ruolo a pieno titolo nel jazz.” Mentre nel “Top Jazz” 2011, il referendum che il mensile “Musica Jazz” realizza ogni anno tra sessanta giornalisti di jazz di tutte le testate specializzate e dei più noti quotidiani italiani,Max De Aloe si è aggiudicato il secondo posto come “Musicista dell’anno” nella categoria “Voce e miscellanea” e primo armonicista jazz in Italia (stesso risultato ottenuto nel 2008, 2009, 2010, 2011).
Divide la sua attività professionale tra quella concertistica e quella didattica. E’ fondatore e direttore del Centro Espressione Musicale di Gallarate, dove insegna teoria musicale, pianoforte moderno e armonica cromatica ed è stato docente dell’Accademia d’Arti e Mestieri dello Spettacolo del Teatro alla Scala di Milano per i corsi finanziati dal fondo sociale europeo.
E’ endorser dell’ azienda tedesca Hohner, la più accreditata azienda costruttrice di armoniche nel mondo mentre nel prestigioso sito Hollywood-Miyuki di Tokyo è annoverato tra i venticinque armonicisti jazz più significativi a livello mondiale.


Vincenzo Zitello

Vincenzo Zitello

Vincenzo Zitello

Compositore e concertista, inizia giovanissimo lo studio della musica suonando flauto traverso e viola. Nel 1974 con Franco Battiato fa parte del gruppo «Telaio Magnetico». Primo divulgatore e pioniere dell’arpa celtica in Italia, dal 1976 si dedica al suo studio frequentando stage di cultura e musica bretone tenuti al «Ti Kendal’h» con Dominig Bouchaud e Mariannig Larc’hantec. Nel 1978 forma il duo d’arpa e oboe con Roberto Mazza. Nel 1980 si perfeziona con Alan Stivell in arpa bardica e canto celtico. Nel 1984 partecipa al progetto di Nicola Frangione «Italic Environments» con il brano Nembo verso Nord per arpa bardica e tabla, disco presente in tutti i musei di arte contemporanea del mondo. Nel 1985 forma il duo «Asciara» con Saro Cosentino e registra un 45 giri prodotto da Franco Battiato edito dalla EMI, elaborando un brano tradizionale irlandese cantato in gaelico e vincendo la «Vela D’Argento» a Riva Del Garda. Nel 1986 scrive con Saro Cosentino il brano Nuvole Rosse per Alice. Nel 1987 pubblica il suo primo album Et Vice Versa (ed. «Stile Libero»-Virgin), interamente consacrato a composizioni per arpa celtica con corde in metallo; nello stesso anno partecipa al disco di Ivano Fossati La Pianta del Te e alla sua tournée. Nel 1988 inizia la registrazione del suo secondo album, Kerigma (Sony Music), presentato al «Premio Tenco» a Sanremo. Nel 1990 Kerigma viene pubblicato in USA, Canada, Australia dall’etichetta discografica NARADA (Sona Gaia) con il titolo Euphonia. Partecipa alla rappresentazione teatrale della tragedia greca di Eschilo I Persiani, con musiche di Franco Battiato e regia di Mario Martone al teatro greco di Siracusa. Dal 1991 al 1993 collabora ai dischi di Ivano Fossati Discanto e Lindbergh, partecipando alle sue tournée e alla registrazione di due lives: Buontempo e Carte da decifrare. Nel 1994 viene pubblicato il suo terzo album, La Via (D.D.D./BMG Ariola). Nel 1995 scrive le musiche per lo spettacolo teatrale The Beat Generation, realizzando un CD per l’attore Massimo Arrigoni ed in occasione del tributo a Fernanda Pivano a Conegliano Veneto ha accompagnato il poeta Allen Ginsberg in un suo reading. Nel Settembre 1995 compone per le Edizioni Paoline una Ave Maria che esegue, insieme alla cantante Rossana Casale, alla presenza del Papa e che viene pubblicata in una compilation di musica sacra, Laudate Domini (C.G.D./Ed.). Nel Giugno 1996 collabora alla creazione collettiva per quattro strumenti a corda commissionato dal Museo d’Arte Concreta di Mouas Sartoux (Francia) con il contrabbassista Barre Phillips, Patric Vaillant al mandolino e Serge Pesce alla chitarra. Nel Gennaio 1996 l’album La Via viene pubblicato in Europa con il titolo Serenade (Live Music-B.M.G. Ariola). Scrive per Tosca la musica del brano «Josephine» (Premio Tenco 1996-interpreti), per il CD Incontri e passaggi. Nello stesso anno partecipa alla messa in scena del testo di Stefano Benni, Blues in sedici (Feltrinelli). Nel 1998 ha realizzato e pubblicato il CD intitolato Aforismi d’Arpa (R.T.I. Music). Nella Pasqua del 2000 Famiglia Cristiana pubblica 200.000 copie del CD Musica Caeli, concerto per il Giubileo, contenente sette brani di musica sacra composta da Vincenzo Zitello, eseguiti in varie occasioni in Piazza San Pietro a Roma, alla presenza del Santo Padre. Nell’aprile del 2001 pubblica per l’etichetta Felmay il CD Live Concerto (trio di Vincenzo Zitello); nell’aprile del 2002 la stessa etichetta ripubblica il suo primo CD (Et Vice Versa). Nel 2003 la Fonoteca di Parma pubblica una registrazione effettuata nella sua sede nel 1997 dal titolo Ottoarmonico e nel 2004 scrive per Dodi Battaglia il Brano «Nord in Festa». Nel 2004 l’etichetta Fairyland pubblica il suo sesto CD, Solo, interamente suonato alle arpe celtiche e bardiche, che dal 2005 compare in Apple iTune Store. Nel 2007 pubblica il suo settimo album, Atlas.Nel 2010 effettua un seminario sull’arpa celtica presso il Conservatorio A.Boito di Parma dove si esibisce come virtuoso di arpa bardica e celtica in duo con Emanuela Degli Esposti all’arpa classica e con l’orchestra di 25 arpe “Leonardo Primavera”. Inoltre si esibisce in duo con l’arpista paraguajano Lincoln Almada. Le sue composizioni sono state inserite nei programmi di concorsi internazionali d’arpa. Da diversi anni è direttore artistico del Festival dell’arpa a Viggiano, una delle più importanti manifestazioni dedicate allo strumento. E’ appena uscito il suo ultimo CD “Talismano”.


Simona Boni

Simona Boni

Simona Boni

Simona Boni was born in Modena in 1975. She achieved her musical studies at the Conservatory ‘A.Boito’ in Parma, attaining the Degree in guitar with the highest marks under the direction of Enrico Tagliavini. She attended the three-year specializing course held by Angelo Gilardino at the International Music Academy ‘L.Perosi’ in Biella. She performed concerts as a soloist and in chamber formations, playing in several Italian towns as guest of renowned boards and musical associations. In 1997 she collaborated with the ‘Mlade Srdcia’ orchestra in Bratislavia in the execution of the concerts of Vivaldi, with the instruments of the Master Lute Maker Renato Scrollavezza. In January 1999 she took part in the concert “Parma wears a music garment”, performed at the Regio Theatre in Parma. She has studied composition under the direction of Giorgio Tosi at the Parma Conservatory. Having graduated as Bachelor of Arts and Letters and musical subject with the highest marks and honours under the direction of Prof. Claudio Gallico, she engages herself both in the concert-activity and in studies and research. She has recently edited the revision of the works of Emilia Giuliani and Luigi Mozzani for the publishing house Berben in Ancona; she cooperates in the publication of historical-musicological articles and in the review of musical events with specialized magazines. She has recorded a Cd about the guitar works of Luigi Mozzani for the Classic Studio in Ancona. In 2003 she specialized and attained the Degree for the teaching of Arts and Letters and she at present teaches Letters and Latin in a Secondary high school.


Daniela Ippolito

Daniela Ippolito

Daniela Ippolito

Daniela Ippolito , conseguito il diploma di arpa al conservatorio E.R. Duni di Matera.
Dal 2002 al 2oo8 ha frequentato i corsi estivi della Val d’Agri tenuti da Cristiana Passerini e Nicoletta Sanzin.
E’ sata allieva di Lisetta Rossi in occasione di un Laboratorio Strumentale tenutosi a Mola di Bari nel 2005 e nel 2008 in una Master class presso il comune di Viggiano.
Nel 2010 ha frequentato il corso tenuto da Lincoln Almada, Myrdhin e Anna Pasetti.
Ha frequentato il corso” L’arpa e il canto tradizionale” tenuto da Roberta Pestalozza a Trani(Ba) nel 2004.
Nel 2011 ha partecipato alla Master Class di Flauto e Arpa con i docenti Claudio Ortensi e Anna Pasetti presso Montefiore Conca.
prima classificata per la sua categoria al Concorso Europeo di Musica Città di Altamura nel 2004 e nel 2005;
prima classificata al Concorso Nazionale N. Van Westerhout a Mola di Bari nel 2004 ,
seconda classificata Concorso Nazionale N. Van Westerhout a Mola di Bari nel 2005
Attualmente sta portando avanti una ricerca che punta al recupero dell’antica tradizione musicale di Basilicata in particolare di quella arpistica,il cui perno è la città di Viggiano.
A tal proposito si è impegnata nello studio del repertorio di Luigi Milano,ultimo suonatore di arpa portativa.
Si è esibita come ospite alla Rassegna Giovani Arpisti organizzata a Milano dalla Camac Italia nel 2oo8.
Nello stesso anno ha partecipato alla Prima Rassegna Salvi dell’Arpa Viggianese.
Nel 2006 ha tenuto dei concerti presso il Parco della Grancia (PZ).
Dal 2008 al 2010 è stata ospite del premio culturale Torre d’Argento (Cirigliano,MT).
Sempre nel 2010 ha rappresentato la Citta di Viggiano ad Assisi nell’ambito del Basilicata in Tir.
Nel 2011 ha rappresentato la Città di Viggiano a Pisa nell’ambito del Basilicata in Tir e a Niederumen ( CL ) nell’ambito della Giornata dei Lucani in Svizzera.
Nel 2012 ha rappresentato la città di Viggiano a Valmontone nell’ambito del Basilicata Home.
Si è esibita in occasione di molti eventi musicali e culturali della sua regione (Argojazz di Marina di Pisticci,Letture a Palazzo di San Mauro Forte, la Notte del Drago di Stigliano , Festival di Guardia Perticara)
Oltre ad occuparsi di ricerca attualmente collabora con il poeta Alfonso Guida .
Nel 2011 e nel 2012 ha partecipato alla 4°ed alla 5° Rassegna dell’Arpa Viggianese, in veste di insegnante, insieme all’Orchestra delle Arpe di Viggiano.
Dal 2010 è docente presso la Scuola dell’Arpa Viggianese e della musica insieme alla Prof.ssa Anna Pasetti e al M.to Lincoln Almada.


Duo MilleMiglia

Duo MilleMiglia

Duo MilleMiglia

Due musicisti motivati dallo stesso desiderio di sperimentazione nel proporre i propri strumenti in una nuova veste, si incontrano e nel 2003 danno vita al Duo MilleMiglia composto dall’arpa di Elena Manuela Cosentino e dalla fisarmonica di Mario Milani: formazione eccezionale nel panorama musicale internazionale.
L’intento è quello di amalgamare sonorità e stili differenti in un contesto attuale, fondendo tradizione e innovazione e abbracciando svariate forme e generi musicali.
Tutti gli arrangiamenti sono originali, improntati alla ricerca di un sound distintivo che trascina l’ascoltatore in uno spazio carico di suggestioni: un viaggio verso terre e tempi remoti.
La particolare combinazione dei due strumenti evoca atmosfere e immagini uniche che proiettano in un mondo avventuroso e senza confini tratteggiato anche dal loro nome: Duo MilleMiglia.


Mattia Petrilli

Mattia Petrilli

Mattia Petrilli

Si diploma giovanissimo presso il Conservatorio della sua città, Como. Si perfeziona con János Bálint presso l’Hochschule di Detmold, Jacques Zoon presso il Conservatorio Superiore di Ginevra, ottenendo il prestigioso “Diplome de Soliste”, Emmanuel Pahud e Aurele Nicolet. Dal 2005 e’ membro dell’Orchestra Mozart di Claudio Abbado, ha ricoperto il ruolo di primo flauto nella Gustav Mahler Jugendorchester (dal 2006 al 2008) e collabora con l’Orchestra del Festival di Lucerna e la Mahler Chamber Orchestra.
Viene invitato come Primo Flauto dalle migliori orchestre europee: London Philharmonic Orchestra, Bamberger Symphoniker, Symphonica Toscanini, BBC National Orchestra of Wales, Bergen Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica di Tenerife, Orchestra da Camera di Mantova, Teatro Regio di Torino, sotto la guida dei più grandi direttori (Abbado, Maazel, Chung, Masur, Salonen, Jurowski, Gardiner, Jordan, Pinnock, Roth, Ticciati, Blomstedt, Gatti, Matheuz ecc). Intensa l’attività concertistica, viene invitato da prestigiosi enti e festival in Italia e all’estero (Bologna Festival, Lingotto Musica, Teatro Grande di Brescia, Lucena Festival, Theater Ulm, Schlosstheater Fulda ecc). Da solista si esibisce con l’Orchestra Verdi di Milano, la Detmolder Kammerorchester, l’Orchestra Rumena di Stato “R.Valcea”, l’Orchestra 1813; come camerista con l’Überbrettl-Ensemble, inoltre collabora con i pianisti Michele Gamba e Pierpaolo Maurizzi, e con il clavicembalista Luca Quintavalle; nel 2005 fonda il quintetto a fiati Papageno. Fa parte dal 2009 dei “Musicians for Human Rights”, un movimento formato da musicisti e intellettuali provenienti da tutto il mondo, per diffondere la cultura dei Diritti Umani attraverso la Musica.


Olga Arzilli

Olga Arzilli

Olga Arzilli

Olga Arzilli ha studiato con Piero Farulli alla scuola di Musica di Fiesole, dove ha frequentato anche i corsi di qualificazione professionale per orchestra e i corsi speciali per duo.
Si è diplomata presso il Conservatorio di Firenze con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore.
Successivamente ha seguito i corsi di perfezionamento di quartetto e di viola tenuti da Piero Farulli e Yuri Bashmet all’Accademia Chigiana di Siena, conseguendo il diploma d’onore.
Ha vinto il Concorso per Duo “Città di Vittorio Veneto” e il Max Rostal Competition
di Berna.
Nel 1993 è risultata finalista al Concorso della ARD di Monaco di Baviera.
Vincitrice del Concorso per prima Viola al Teatro Comunale di Firenze e al Teatro alla Scala di Milano, dopo una stagione al teatro milanese si è dedicata all’insegnamento e all’attività concertistica.
Attualmente insegna quartetto al Conservatorio “A. Boito” di Parma e viola II° livello al Consevatorio “B. Maderna” di Cesena.


Floriana Franchina

Floriana Franchina

Floriana Franchina

Floriana Franchina, nata a Sant’Agata di Militello (ME) nel 1991. Ha iniziato lo studio del pianoforte e del flauto all’età di nove anni, sotto la guida del padre. Si è diplomata brillantemente con il massimo dei voti e la lode in flauto con il M° Giorgio Zagnoni e in pianoforte con il M°Bruna Bruno presso il Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna. E’ stata allieva del M° Franco Scala (col pianoforte) e dei M° Glauco Cambursano e Maurizio Valentini (col Flauto) presso L’Accademia “Incontri col maestro” di Imola (BO) e con il M° Bruno Canino presso l’Accadamia UNDA MARIS di Bagheria (PA). Nonostante la sua giovane età è già pervenuta a un livello professionale tale da consentirle di partecipare a numerosi concorsi Nazionali, Europei e Internazionali, premiati con primi premi, borse di studio e concerti, un totale di oltre 90 concorsi. Ha frequentato le MasterClass di pianoforte con i M° Malcom Bilson (me), Hector Moreno (CS), Riccardo Risaliti, Gianluca Cascioli (Baselga di Pine) Trento, corsi annuali di pianoforte con il M° Cristiano Burato(Brindisi), e di Flauto con il M° Salvatore Vella, Raymond Guyot e philippe Bertnold.E’ inoltre allieva del M°Andrea Oliva presso l’Accademia Nazione di Santa Cecilia a Roma.
Oltre all’attività solistica si dedica anche alle esecuzioni in forma cameristica. Ha collaborato come primo flauto con il Teatro Comunale di Bologna.


Dženana Mustafić

Dženana Mustafić

Dženana Mustafić

Dženana Mustafić e nata a Zenica, Bosnia ed Erzegovina nel 1984. All’eta di 10 anni inizia gli studi di flauto con la Andrijana Curic e consegue il diploma nel Liceo Musicale di Zenica nel 2003. In Italia si diploma in canto sotto la guida di Cristina Curti e nel 2009 consegue il diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti e la lode con Lelio Capilupi presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma. Ha inoltre seguito le master-class tenute da Walter Moore e Alberto Miodini. Nel 2007 ha partecipato all’incisione del CD delle liriche per voce e pianoforte di Arturo Toscanin. Nel 2008 ha collaborato con il Teatro Regio di Parma per “Imparo l’opera” affrontando il ruolo di Fiordiligi nel Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart, nello stesso anno e stata invitata dal Teatro Comunale di Modena ad eseguire le Folksongs di Luciano Berio con l’Ensemble di Musica da Camera del Conservatorio A. Boito sotto la direzione di Pierpaolo Maurizzi. Con lo stesso Ensemble si e esibita per la Fondazione Toscanini a Palazzo Marchi e al Salone Moresco delle Terme di Salsomaggiore. Nel 2009 ha partecipato alle manifestazioni europee per il bicentenario di Franz Joesph Haydn indette dal Conservatorio di Eisenstadt. Particolarmente attenta al repertorio liederistico vanta un ampio repertorio che comprende opere di Brahms, Debussy, Falla, Liszt, Mahler, Schubert, Schumann, Wagner, Korngold e Wolf. Nel 2009 ha debuttato con lo Uberbrettl Ensemble nell’esecuzione al Teatro degli Animosi di Carrara con i Lieder eines fahrenden Gesellen di Mahler. Nel 2010 ha vinto il primo premio al Concorso Nazionale di esecuzione musicale “Riviera Etrusca” di Piombino. Nello stesso anno ha eseguito a Lugano e a Locarno l’Amor Brujo di Manuel de Falla con l’Orchestra da Camera di Lugano e con lo Uberbrettl Ensemble ha tenuto in prima esecuzione assoluta i Sei canti dei Balcani di Emilio Ghezzi. Ha ottenuto la laurea specialistica in musica vocale da camera, presso il Conservatorio di Parma, sotto la guida di Reiko Sanada con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale. Nel marzo del 2011 ha eseguito la prima assoluta dell’opera Lagerblock di Alessandro Nidi presso il Teatro al Parco a Parma. Ad agosto dello stesso viene ammessa e segue la masterclass di Helena Lazarska al Sommerakademie Mozarteum di Salisburgo e prosegue le lezioni a Vienna.


Pierpaolo Maurizzi

Pierpaolo Maurizzi

Pierpaolo Maurizzi

Pierpaolo Maurizzi deve la sua formazione musicale a Lydia Projetti, Piero Guarino e Dario de Rosa. A seguito dell’affermazione al Concorso J. Brahms di Amburgo fonda il Trio Brahms. Dal 1998 è il direttore artistico e musicale dello Überbrettl-Ensemble, gruppo nato per l’esecuzione del Pierrot Lunaire di Schönberg nella messa in scena di Peter Stein. Si esibisce nei maggiori festival (Wiener-Festwochen, Bologna Festival, Ravenna Festival, Festival Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo, Festival Monteverdi di Cremona, Biennale di Venezia, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Festival Aspekte di Salisburgo, Festival Internacional de Musica de Galicia, Festival P.O.N.T.I di Oporto, Ruhrfestspiele di Recklinghausen, Festival Cervantino di Guanajuato) e per importanti istituzioni concertistiche in Europa, Stati Uniti, Canada e America Latina. Ha inciso per le case discografiche Bongiovanni di Bologna e Sonoton ProViva di München, e registrato per la RAI, la RTSI, la SDR e la ORF. Nel 2006 è stato invitato a dirigere l’Accademia Neue Nusik Bolzano inaugurando la Biennale Danza con la prima esecuzione assoluta di Illuminata balletto di Arnaldo De Felice per la coreografia di Ismael Ivo. Dal 1986 è titolare del corso di musica da camera e dal 2005 del biennio specialistico di musica da camera al Conservatorio A. Boito di Parma.


Duo MG_INC

Duo MG_INC

Duo MG_INC

MG_INC esordisce nel marzo 2011 con una ricerca sulla musica contemporanea dal mondo che consolida l’anno seguente vincendo a San Pietroburgo il prestigioso concorso “Terem Crossover 2012”, unico al mondo nel suo genere, e ricevendo, inoltre, una menzione speciale per “miglior proposta musicale/musicalità”. Sempre nello stesso anno il duo è invitato ad aprire il concerto sold out di Ryuichi Sakamoto ed Alva Noto presso l’Auditorium Paganini di Parma. Il disco d’esordio “Almost in the air: antichi strumenti, nuovi suoni” edito dalla casa discografica Acte Prèalable, rappresenta la metafora di un lungo viaggio fra le note di compositori quali Philip Glass, Ryuichi Sakamoto, Joe Hisaishi, Yann Tiersen, Nobuo Uematsu, Giovanni Sollima, arrangiate dai due musicisti in modo nuovo, divertente e divertito per un duo dinamico. Due strumenti di accostamento insolito, concepiti in età diverse e non poco distanti fra loro, si incontrano per la prima volta su terreni estranei ad entrambi. La viola da gamba, strumento barocco per antomasia, si presenta ora in una veste nuova, unita alle magiche atmosfere dell’arpa per colorare con il suo timbro antico le sonorità moderne, interpretandole in modo unico e inedito.
I concerti generalmente proposti sono conformi alle scelte musicali realizzate nell’album d’esordio “Almost in the air” ed arricchiti da possibili percorsi multimediali e brevi presentazioni dei vari brani che ne esplicitano l’identità e colorano l’aspetto musicale con aneddoti e curiosità relative alle musiche stesse che catturano il pubblico più e meno esperto. Recentemente i due giovani musicisti hanno deciso di ampliare la loro ricerca musicale rivolgendo il loro interesse verso i capisaldi del repertorio musicale antico e classico, suscitando l’interesse di compositori di fama internazionale, quali Jan Freidlin, Emilio Ghezzi, Luca Tessadrelli e altri, che hanno donato il loro apporto artistico al duo scrivendo composizioni nuove o trascrizioni di celebri autori classici appositamente per questa insolita formazione. L’approccio giovane e dinamico conferisce scorrevolezza ed elasticità all’intera esibizione mentre l’unicità di questo duo cattura l’attenzione anche dell’ascoltatore più esperto grazie al concetto di astoricità che è caratteristica peculiare dell’unione di questi due strumenti. Il duo, nonostante la recente formazione, si è esibito in importanti festivals ed eventi quali: il “Festival di Torrechiara Renata Tebaldi”, il “Festival Verdi”, la “Giornata internazionale della Viola da gamba”,“TEDxBologna” (presentando il concept “antichi strumenti, nuovi suoni”), “MUSMA” di Matera, RAI Radio 3 nella trasmissione “Piazza Verdi”; la testata “La Repubblica.it” ha pubblicato un loro video de “L’Inno d’Italia” sul tema del precariato musicale che ha registrato più di 1500 visualizzazioni in un giorno.


Essential Duo

Essential Duo

Essential Duo

Raoul Moretti è docente di arpa al Liceo Musicale di Varese; è fondatore e vicepresidente di Attivamente-Torre Rotonda, compagnia teatrale Residente del Teatro Sociale di Como; ha collaborato con numerose orchestre, ma soprattutto ha dato vita a diversi gruppi da camera tradizionali ed a progetti sperimentali e di crossover artistico, come Vibrarpa e Blue Silk con i quali è chiamato ad esibirsi in tutta Italia; ha collaborato tra gli altri con lo showman Fiorello per il varietà televisivo di RaiUno “Stasera pago io” , il comico di Zelig Leonardo Manera, la scrittrice Premio Campiello 2010 Michela Murgia, l’attrice Isabella Carloni, il Teatro Piccolo di Milano.
Tullia Barbera è cantautrice ed interprete. Le innumerevoli collaborazioni l’hanno portata ad esibirsi sui palchi di storici locali italiani come il Piper di Roma e le Scimmie di Milano. Nel suo percorso vanta numerose apparizioni televisive, quali “Pop Star” (Canale5) e ‘Un disco per l’Estate’, ‘Notti Mediterranee’, ‘La notte dei Campioni’ e ‘la Notte delle Sirene’, per la Rai. Il duo latin-dance “Dos Y Tres” la incorona, reginetta dell’estate musicale con i tormentoni latini “Lo sé” e “Porquè te Vas” Collabora anche alla scrittura di pezzi dance nella scuderia di J.T.Vannelli Company. Scrive, incide ed è coautrice della parte musicale per un noto network radiofonico milanese: Ros And Ros.


Orchestra d’arpe Leonardo Primavera

Orchestra d'arpe Leonardo Primavera

Orchestra d’arpe Leonardo Primavera

La tradizione dell’ensemble di arpe è antichissima e si estende nel corso della storia alle varie culture, dall’Egitto alla Grecia, dalla Persia alle Isole Britanniche.
Nel 1804, nella chiesa Les Invalides , François Joseph Naderman, fondatore della cattedra di arpa al Conservatorio di Parigi, diresse un concerto eseguito da un ensemble formato da 12 arpisti , in onore dell’imperatore Napoleone, il quale ne restò così impressionato che decise di introdurre lo strumento nella sua cappella imperiale.
Anche a Londra, nello stesso periodo, Charles Nicolas Bochsa creò un’orchestra d’arpe alla Royal Academy che si esibì al King Theatre , e lo stesso avvenne per l’ensemble di Françoise Joseph Dizi , accolto con entusiasmo dal pubblico del Covent Garden.
Nei primi anni del novecento il Sestetto d’Arpe di Parigi, diretto da Henriette Reniè, svolse un’intensa attività concertistica eseguendo trascrizioni di brani di Faurè e Debussy.
Grande risonanza ebbero anche i concerti dell’ensemble di 80 arpe creato da Carlos Salzedo a New York che suonò nel 1930 alla Carnegi Hall ottenendo un successo strepitoso e, negli anni ’50,l’ensemble di arpe Angelaires viaggiò lungo tutta l’America grazie alla Columbia Artists’ Management.
Il corso di Musica d’Insieme per Arpe è stato attivato da Emanuela Degli Esposti nel 2008 con l’intento di formare gli arpisti di ogni livello alla musica d’insieme. Nell’ambito di questo progetto è nata l’Orchestra d’arpe Leonardo Primavera che ha effettuato anche un’attività concertistica esterna: in mondovisione sul 1° canale RAI , a Umbria Festival ad Assisi nel 2010 e nel 2011, nel duomo di S.Giovanni insieme al coro del Marchesato di Cuneo nell’esecuzione dell’Oratorio delle Tacite Stelle di Valeri Kikta , al Festival Verdi di Parma, a Villa Emma a Modena, nella Chiesa del Romanino a Pisogne (BG). Leonardo Primavera (1740-1802) fu il primo concertista e insegnante di arpa a pedali in Italia.


Eddy De Rossi e Fausto Solci

Eddy De Rossi e Fausto Solci

Eddy De Rossi e Fausto Solci

Ha studiato al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionata con Susanna Mildonian, Marisa Robles, Fabrice Pierre e , per la musica antica, con Mara Galassi. Ha inoltre conseguito l’abilitazione di II Livello per il Metodo Suzuki sotto la guida di Gabriella Bosio. Premiata in rassegne nazionali ed internazionali, ha vinto nel 1986 il primo premio al Concorso internazionale U.F.A.M. di Parigi; il secondo premio al concorso Internazionale “Rovere d’Oro” nel 1989 e, nel 1990, è ancora premiata a Parigi. Per quanto riguarda la musica da camera ha vinto numerosi premi sia in concorsi nazionali che internazionali. Si è esibita sia come solista che in formazioni cameristiche in Italia e all’estero e in festival quali il Festival Lodoviciano di Viadana e il Festival C. Monteverdi di Cremona. È stata per tre anni prima arpa dell’Orchestra Giovanile Italiana conseguendo, nel 1992, il Diploma di Qualifica con il massimo dei voti e la menzione e, nell’anno seguente il Diploma di Specializzazione. Sempre con l’Orchestra Giovanile Italiana ha tenuto concerti in Italia e all’estero sotto la direzione di importanti direttori. Ha collaborato con l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra “Haydn” di Trento e Bolzano, l’Orchestra Filarmonica “A. Toscanini” di Parma, l’Orchestra “Verdi” di
Milano, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto. Ha curato l’edizione di varie composizione per arpa per la casa editrice Ut Orpheus. Ha partecipato ad incisioni per varie case discografiche quali: Stradivarius, Denon, Sonàr per Rivo Alto e Recording Arts. Insegna presso la Scuola di Musica “Il bambino armonico” di Cremona e in altre scuole della regione.
Fausto Solci ha studiato con Marco Scano, Misha Maisky, Rocco Filippini, il trio di Trieste e Piero Farulli. Ha collaborato con numerose orchestre sotto la guida di importanti direttori. Svolge attività concertistica in varie formazioni sia con strumenti moderni che originali esibendosi in prestigiose sale da concerto e festival internazionali come il “Ravenna Festival”, Festival internazionale “Wratislavia Cantans” Sala Leopoldina Wroclaw Polonia, Festival “Lodoviciano” di Viadana, Musica a “San Maurizio” a Milano, “Settimane Musicali di Stresa”, Festival “Monteverdi” di Cremona, Tokyo City opera hall, Osaka Symphony hall, “La Chaise-Dieu” Ambert Francia. Ha partecipato alla registrazione di CD per varie case discografiche (Sarx, Tactus ,Velut Luna per CD Classics, Paragon per Amadeus, ecc.). Ha curato l’edizione di alcune opere di B. Romberg per la casa editrice Ut Orpheus. Insegna Violoncello alla scuola civica “L. Folcioni” di Crema alla “Ricordi Music School” di Milano e al “Bambinoarmonico” di Cremona.


Eleonora Volpato

Eleonora Volpato

Eleonora Volpato

Eleonora Volpato ha conseguito il diploma al conservatorio “A. Boito” di Parma con il massimo dei voti e la lode sotto la guida della prof.ssa Emanuela Degli Esposti, e la laurea di secondo livello in discipline musicali (arpa) con 110/110 e lode. Si è perfezionata con maestri illustri quali Ieuan Jones (docente di Arpa al Royal College of Music di Londra), Judith Liber (prima Arpa Solista con la Israel Philharmonic Orchestra), Alice Giles (vincitrice del XIII International Harp Contest in Israele), Luisa Prandina (prima Arpa della Scala di Milano) e Margherita Bassani (prima Arpa della Rai di Torino). Insegna arpa presso la scuola di musica “Accademia Ensemble” di Santa Maria di Camisano (Vi). Collabora con l’Associazione Italiana dell’Arpa (www.aid-a.it) e si occupa della sezione Arpe Nel Tubo della rivista dell’arpa In Chordis. Si è imposta in diversi concorsi nazionali ed internazionali: X concorso nazionale per giovani strumentisti e cantanti “Dino Caravita” a Ravenna (1 premio assoluto); XII e XVIII concorso nazionale “Daniele Ridolfi” Riviera della Versilia (1 premio); VI concorso nazionale di esecuzione strumentale “Città di Riccione”(1 premio); I concorso nazionale di esecuzione musicale “Città di Piove di Sacco” (2 premio); concorso internazionale di esecuzione strumentale e vocale a San Bartolomeo al mare; II concorso “Città di Padova” e altri. L’8 luglio 2007 ha ottenuto il 1 premio assoluto per la categoria arpa e il premio “Bione Franchini” come miglior solista al 4° concorso biennale per musicisti “Carpiteti in Musica” (RE). Si è qualificata tra le tre finaliste dell’edizione 2008 del Premio delle Arti (Cuneo, 19 gennaio 2008). Il 12 giugno 2008 ha avuto la menzione speciale al “Music Contest – Maggio Off” organizzato dal Maggio Musicale Fiorentino. Nell’estate 2009 ha ottenuto il Diploma di Merito con relativa Borsa di Studio ai corsi estivi di alto perfezionamento di UmbriaEstate ad Assisi. Ha coperto il ruolo di arpa nell’Orchestra Regionale dei Conservatori del Veneto per quattro anni consecutivi, dal 2004 al 2007 con direttori come Piero Bellugi, Donato Renzetti e altri. Nell’estate 2008 ha partecipato all’edizione di “Fondo Opera Festival” suonando con l’ Orchestra Filarmonica Italiana, nel dicembre 2008 ha suonato musiche di Puccini con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Parma all’Auditorium Paganini di Parma sotto la direzione del M° Carla Del Frate. Fino a gennaio 2011 stata Prima Arpa dell’Orchestra Filarmonica di Santiago del Cile (Teatro Municipal de Santiago – direttore principale M° Rani Calderon – musica sinfonica, balletti, opere) dove ha suonato con direttori quali Rani Calderon, Jan Nathan Koenig, Alessandro Vitiello, Josè Luis Dominguez e altri. Ha eseguito il Concerto in Si bemolle per arpa e orchestra di G. F. Handel e le Danses di C. Debussy con l’”Orchestra Giovanile Aloisiana”, direttore M° Chiara Romanò Baccolo. E’ stata invitata a manifestazioni come la 1° “Giornata Mondiale della Poesia” a Vicenza, il progetto “Sinergie per le pari opportunità” realizzato dai comuni di Montecchio Precalcino, Sarcedo, Villaverla e Costabissara , all’inaugurazione nel nuovo “Auditorium del Carmine” a Parma con l’Ensemble d’Arpe “Boito”, alla rassegna “Incontrarsi con la musica a Salsomaggiore” (Parma), la rassegna “I suoni dell’Appennino” (Bo), alla rassegna “Musicalia” (Al). Ha suonato con l’ Ensamble “La Rose” diretto da Jose Borgo, con il coro “I Polifonici Vicentini” diretti dal M° Pierluigi Comparin, con il gruppo corale Valleogra diretti dal M° Mario Lanaro. Dal 2006 suona con i “Rondeau de Fauvel”, gruppo di musica electric-medieval (www.rondeaudefauvel.eu) con il quale ha inciso il cd “Der Esel und… die Lust” ed ha suonato in importanti festival e rassegnecome il Festival dell’Arpa a Viggiano (Pz). Dal 2009 suona con Nicolò Vaiente nell’insolito duo di arpa e marimba “Passo a Due”.


Elisa Netzer

Elisa Netzer

Elisa Netzer

Elisa Netzer is a young and emerging Swiss harpist. Despite her young age, she performed as soloist with the Arturo Toscanini Symphony Orchestra, Solisti della Svizzera Italiana Orchestra, Parma Conservatory Chamber Ensemble, Orchestra mandolinistica di Lugano and Orchestra mandolinista di Modena. In 2013 Elisa made her international solo debut in St. Petersburg, Russia, at the Hermitage Theatre with the Hermitage State Orchestra, invited by the Musical Olympus Festival as a young emerging ​soloist.​​
Elisa performed recitals for numerous concert series in venues as Auditorium Paganini in Parma, Auditorium S. Filippo Neri in Bologna, Palazzo dei Congressi in Lugano, Teatro Maestoso in Monza, Basilica Maggiore in Assisi, Basilica of St. Peter in Vatican and others. Born in Lugano, she starts harp studies at the age of five first at the Conservatorio della Svizzera Italiana, then at the Conservatorio Arrigo Boito of Parma (Italy) where she earns a Bachelor degree with the highest mark and laude. Currently she is pursuing a Masters degree at the prestigious Royal Academy of Music in London. Her teachers and mentors include: Judith Liber, Skaila Kanga, Irene Ferrarese and Emanuela degli Esposti. She takes part in Master classes given by Fabrice Pierre, Nathalie Chatelain, Ieuan Jones, Letizia Belmondo, Isabelle Perrin, Katherina Englichova, Erika Waardenburg, Caroll MacLaughlin e Milda Agazarian. First prize winner of numerous international and national competitions she won the “Best Graduate of Italian Conservatoires Award”, the Guy McGrath Harp Prize, twice first prize winner at the Swiss Young Musicians competition, first prize at the Concorso Internazionale di Esecuzione musicale di Riccione, first prize and”Antonio Salieri” prize at the Concorso Internazionale Giovani Musicisti di Legnago and first prize at the “Daniele Ridolfi” Competition in Viareggio (Italy).


Alessandra Penitenti

Alessandra Penitenti

Alessandra Penitenti

Si è diplomata in arpa con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “G.Verdi” di Milano e con il massimo dei voti alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. In seguito ha ottenuto il diploma al corso quadriennale di Didattica e Storia della Musica al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano ed ha continuato la sua formazione strumentale con Master Classes di J. Lieber, S. Mildonian, G. Albisetti, L. Rossi. E’ stata solista con le Orchestre Angelicum, Pomeriggi Musicali, Giovane Orchestra Sinfonica Italiana, Camerata Musicale Città di Arco. Dal 1993 collabora regolarmente come prima arpa con l’Orchestra Sinfonica Haydn di Trento e Bolzano. Vince il II premio al Concorso “V. Salvi” di Assisi, il I premio al Concorso “U. F. A. M.” di Parigi e l’audizione europea per prima arpa dell’Orchestre des Jeunes de la Mediterranèe, con la quale partecipa alla Tournèe Internazionale in Francia, Italia, Turchia, Israele, Egitto sotto la direzione del Maestro M. Tabachnik. Da 1993 insegna nei Conservatori di stato in seguito all’idoneità conseguita nel Concorso nazionale per l’insegnamento d’arpa; attualmente è titolare della cattedra al Conservatorio “A.Steffani” di Castelfranco Veneto. Ha tenuto numerosi corsi di perfezionamento per Arpa e Musica d’Insieme, Teoria musicale, Propedeutica, Laboratori di Musicoterapia e Pedagogia musicale a carattere formativo ed esperenziale. Ha registrato numerose volte per la RAI, radiotelevisione italiana, con l’Orchestra Sinfonica Haydn; per Perpetuum Mobile in formazione cameristica incide la Fiaba musicale per teatro di burattini di Marco Mantovani “Il viaggio di Ractuns”. Svolge attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche varie, compresi gruppi con ombre cinesi, danza, recitazione. Nel 2008 si laurea con 110 e lode in “Musicoterapia Umanistica Trasformativa” presso il Centro Studi e Formazione di Bolzano ed opera in quest’ambito collaborando nella sua regione con Scuole, Centri di riabilitazione psichiatrica, Terapia Intensiva Neonatale, Comunità Terapeutica. Attualmente è impegnata come musicoterapeuta nella TIN degli Ospedali Civili di Brescia e come docente in corsi d’aggiornamento, sovvenzionati dal fondo sociale europeo, per educatrici e responsabili di struttura della provincia di Bolzano.


Duo d’arpe David

Duo d'arpe David

Duo d’arpe David

Il Duo D’arpe David si è formato con l’intento di valorizzare un repertorio significativo, in gran parte ancora sconosciuto, che si sviluppa nell’arco di tre secoli. In occasione del Festival di Cremona “Mondo Musica” 2006, ha proposto un programma di musiche originali che è stato particolarmente apprezzato e illustrato nel corso di un’intervista esclusiva di Nicola Campogrande su Radio Tre Suite. Dedicato alla riscoperta di questo repertorio è il CD “Duo D’Harpes au XVIIIme siècle¨, registrato nel maggio 2007 per la Bottega Discantica di Milano, che presenta brani di F. Petrini, J. Vernier, J. Cardon, G. Gatajes e M. Marin editi dalla UT Orpheus a cura di Anna Pasetti ed Emanuela Degli Esposti. Il cd ha ottenuto ottime recensioni, nel numero di novembre di “Musica” gli sono state assegnate quattro stelle, e nell’aprile 2009 ha vinto la selezione per il Festival di Lleida in Spagna. Il Duo D’arpe David ha inaugurato il Master Internazionale di Judith Liber con un concerto a Villa Camozzi sul Lago di Como e ha aperto la Stagione “I Virtuosi Dell’Arpa” organizzata dal Museo dell’Arpa “Victor Salvi”, ha effettuato una tournée eseguendo il Concerto per due arpe di F. J. Gossec e l’Andante Cantabile di O. Ravanello accompagnato dagli Archi Italiani. Oretta Pierotti Cei ha dedicato uno “Speciale Classica” al duo su Radio Padania di Milano e in seguito è stato ospite della trasmissione “Piazza Verdi”, condotta da Filippo Del Corno su Radio 3, eseguendo musiche dal vivo. Recentemente ha effettuato concerti a Palazzo Te di Mantova per gli Amici della musica, a Bologna per l’Associazione Organi Antichi, nuovamente a Cuneo per la stagione della Salvi Harps, all’Osservanza di Bologna in occasione di un importante Convegno di Studi Francescani, per l’Associazione Angelo Mariani di Ravenna e al Festival Cusiano di musica antica sull’isola di Orta San Giulio.


Carlotta Gambarelli

Carlotta Gambarelli

Carlotta Gambarelli

Carlotta Gambarelli è nata in provincia di Reggio Emilia il 16 aprile 1997 . All’età di 7 anni ha iniziato lo studio dell’arpa e nel 2007 è entrata, con un anno di anticipo rispetto all’età minima in vigore all’epoca, al Conservatorio “A. Boito” di Parma, sotto la guida della Prof.ssa Emanuela Degli Esposti.
All’età di 8 anni ha iniziato a suonare pubblicamente, nel 2008 si è esibita in Ensemble d’Arpe in mondovisione su Rai 1, nel 2010 al Festival dell’Arpa di Salsomaggiore (PR) e in duo d’Arpe a quello di Chiari (BS), nel 2012 in Orchestra Sinfonica nel Duomo di Parma. Fa parte dell’Orchestra d’Arpe “ Leonardo Primavera” del Conservatorio di Parma, diretta da Emanuela Degli Esposti e collabora da tre anni con l’ Associazione Anthropos di Reggio Emilia nei recitals teatrali di voce e strumento. A 13 anni ha tenuto il primo intero concerto di musica da camera in duo con il clarinettista Edison Zurbo, a 14 il primo recital solistico interamente di arpa classica e da quest’anno suona in duo con il chitarrista Giacomo Bigoni.
Ha partecipato, come giovanissima allieva effettiva, alla International Master Class for Harp tenuta da Judith Liber nel 2008, a master classes tenute da Lincoln Almada e Vincenzo Zitello nel 2010 e 2012 , da Jeuan Jones nel 2011 e da Letizia Belmondo nel 2012.
A 10 anni ha ottenuto la sua prima Borsa di Studio al Concorso Nazionale “ Luigi Zannucoli”, nel 2010; la seconda in occasione di “ UmbriaEstate Master Classes”ad Assisi; quindi nel 2011 una terza borsa di studio a Salsomaggiore Terme (“Suoni d’Arpa”) e nel 2012 la quarta, al termine dei corsi “Suonarte MasterClasses” presso l’Accademia Tadini di Lovere (BG).
Nel 2007 ha vinto il 1° premio assoluto al Concorso Nazionale “Luigi Zannucoli” (FC) e nel 2008 il 2° premio (primo non assegnato) al Concorso Internazionale di Povoletto (UD) .
Nel 2009 ha ricevuto il 1° premio al Concorso Internazionale “Val Tidone” (PC) nella sezione Musica da Camera con il duo d’arpe “Happy Harps” e nel 2010 il 1° premio assoluto al Concorso Internazionale “Antonio Salieri” a Legnago (VR). Nel 2011 le è stato assegnato il 1° premio al 1° Concorso Giovani Talenti della Città di Guastalla (RE) e il 2° premio alla prima edizione del prestigioso Concorso Internazionale ”Suoni d’Arpa”a Salsomaggiore (PR), nella categoria fino ai 18 anni, ), nel 2012 ha vinto il 3° premio al Concorso Internazionale Marcel Tournier.


Duo d’arpe Mariposas

Duo d'arpe Mariposas

Duo d’arpe Mariposas

Nel 2004 è nato il duo d’arpe “Mariposas”, costituito dalle arpiste Cristina Di Bernardo e Silvia Vicario.
Nel 2011 il duo ha debuttato a Londra, eseguendo il “Concertino in re minore per due arpe op.91″ di Elias Parish-Alvars con la Lambeth Orchestra, diretta da Christopher Fifield, e successivamente con la Kensington Philarmonic Orchestra e la Farnborough Symphony Orchestra, entrambe dirette da Mark Fitzgerald.
Nel 2007 il duo ha partecipato al Concorso Internazionale di esecuzione strumentale, vocale e corale”Rovere d’Oro” a S. Bartolomeo al Mare (IM), ottenendo il 1°premio, e al “3° Concorso Internazionale Premio Paolo Spincich” a Trieste, ottenendo il 2°premio; nel febbraio 2008 il duo ha conseguito il 1°premio al “II Concorso Internazionale Iberico di musica da camera con
arpa” di Madrid, e nel 2010 il 3°premio alla XIV edizione del Concorso Internazionale di esecuzione strumentale “Luigi Nono” di Venaria Reale (TO).
Il duo ha ottenuto ottime critiche in diverse stagioni concertistiche, tra le quali “In viaggio” (Portogruaro), “Giornate FAI di primavera” e “Nei suoni dei luoghi” (Udine), “Gioie musicali” (Asolo), “Settembre musicale nel parco Coronini” (Gorizia), “Concerti aperitivo” (Ruda), “Lignano per…la musica” (Lignano), “Suoni d’arpa” (Salsomaggiore Terme), nonché presso la Comunità degli Italiani a Capodistria (Slovenia) e in occasione dell’ “UK-EU Societies Spring Concert” a Londra; inoltre, ha preso parte alla serata “La notte degli angeli” presentata da Fabio Fazio, a Pordenone.
L’arpista e compositore Bernard Andrès ha detto del duo: “Da quando compongo, è la prima volta che sento un mio pezzo suonato in modo sublime esattamente come l’avrei voluto sentire” (brano: La Ragazza; Milano 2010)


Davide Burani

Davide Burani

Davide Burani

Davide Burani è nato a Modena, ove ha iniziato lo studio del pianoforte per poi diplomarsi brillantemente presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova. Successivamente, ha intrapreso lo studio dell’arpa sotto la guida di Francesca Frigotto, presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, diplomandosi con il massimo dei voti e conseguendo, sempre presso lo stesso Istituto, il Diploma superiore di secondo livello, con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Emanuela Degli Esposti. Ha compiuto studi di perfezionamento in arpa con Ieuan Jones presso il Royal College di Londra, con Fabrice Pierre e con Judith Liber. Ha partecipato a numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali, superando le selezioni finali per la categoria “Arpa” al Concorso Internazionale “Tournoi International de Musique” – XI edizione e aggiudicandosi una menzione d’onore; è risultato vincitore, nella categoria “Arpa”, al Concorso Internazionale di Fivizzano “Music World” ed. 2004. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi con successo in Italia ed all’Estero, collaborando con artisti di chiara fama tra i quali i direttori d’orchestra Alain Lombard, Julian Kovatchev, Mikhail Pletnev, Zoltan Pezko e le attrici Paola Gassman, Lella Costa e Monica Guerritore. Ha collaborato, in qualità di prima arpa, con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, con I Filarmonici di Verona (già “Virtuosi Italiani”), con l’Orchestra “Bruno Maderna” di Forlì, con l’Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso e con l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini” e, in qualità di ospite solista, con i gruppi di camera Gli Archi Italiani, AdM Ensemble di Modena e Icarus Ensemble. Con quest’ultimo ha eseguito per il Festival MI-TO Milano Torino Musica edizione 2007, presso il Conservatorio di Milano, in occasione del 75° compleanno del compositore Giacomo Manzoni, il Settimino di Ravel, alla presenza, tra gli altri, di Luigi Pestalozza, Giacomo Manzoni e Maurizio Pollini. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, ed è stato invitato a presentare i suoi lavori discografici presso gli studi di RADIOUNO della Radio Televisione Svizzera Italiana di Lugano nel 2003 e nel 2006. Nel mese di ottobre 2006 è stato invitato a partecipare, in diretta su RAI RADIOTRE, alla trasmissione Radio tre Suite, nel corso della quale sono state trasmesse e commentate da Nicola Campogrande alcune sue interpretazioni per arpa. Sepre per RAI RADIOTRE è stato ospite della trasmissione PIAZZA VERDI condotta da Filippo del Corno (marzo 2008), Gaia Varon (febbraio 2009) e Maia Giudici (ottobre 2011 e novembre 2013). E’ invitato regolarmente a far parte delle commissioni di prestigiosi Concorsi Internazionali per Arpa (Concorso “Marcel Torunier” di Cosenza, Concorso di Salsomaggiore Terme). Davide Burani ha inciso i cd Arpamagica, per arpa solista, Arpadamore, con Sandra Gigli, Duo d’harpes dans le XIII siècle, in duo con Emanuela Degli Esposti e Flauto e Arpa in concerto, con il flautista Giovanni Mareggini, questi ultimi due per la casa discografica La Bottega Discantica di Milano. Nel luglio 2010 esce il cd Prière – meditazioni musicali per arpa, edito da Paoline Editoriale Audiovisivi di Roma, che vede la partecipazione del flautista Giovanni Mareggini e del violinista Marco Bronzi. Dal 2011 incide per Velut Luna: nel 2011 esce Mozart e i suoi contemporanei (con Giovanni Mareggini e Gli Archi Italiani) che contiene, tra gli altri brani, l’incisione del Concerto KV 299 per flauto, arpa e orchestra di Mozart ed è del 2013 il cd Sospiri nel tardo romanticismo (accompagnato dall’Orchestra da Camera di Ravenna, direttore Paolo Manetti) che racchiude le Danze (danza sacra e danza profana) di Claude Debussy. Attivo anche nel campo didattico ed editoriale, si dedica all’insegnamento dell’arpa in seminari specifici proposti nelle scuole di ogni ordine e grado ed ha pubblicato alcune sue trascrizioni per arpa. Dal 2005 al 2013 è stato docente di Arpa presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena e dal 2009 insegna Arpa presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri” di Reggio Emilia.


Claudio Piastra

Claudio Piastra

Claudio Piastra

Nato a Parma studia coi m.tri Renzo Cabassi e Enrico Tagliavini presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma in seguito segue i corsi del M° Abel Carlevaro. Dall’ esordio, all` età di 14 anni, ad oggi è invitato a tenere concerti in Festivals e rassegne internazionali in tutta Europa, Stati Uniti, Canada, America del Sud, Medio Oriente e India. Come solista ha collaborato e collabora con orchestre, direttori e solisti prestigiosi tra cui: Grande Orchestra di Stato di San Pietroburgo, Filarmonica di Bruch, Mettensis Sinphony Orchestra, I Solisti del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica A. Toscanini, Orchestra del Teatro Regio di Parma, Accademia Farnese, National Academic Great Opera Theatre della Bielorussia, Accademia Filarmonica di Reggio Emilia, C. Scimone, G. Neuhold, P. Guarino, Szabò Quartet, A.Campori, L. Zechner, H. Soudant, C.F. Farncombe, C. Ferrarini, C. Gasdia, R. Bruson, R. Blake, T. Stone, Vladimir Mikulka, B. Bartoletti, C. Siskovic, A. Galanov, F.Tasini,Dimtry Ferschmann, Carlos Bonell. Si è esibito in duo col grande chitarrista venezuelano Alirio Diaz, si esibisce frequentemente in duo con il violinista Ilya Grubert, con il violoncellista Claudio Casadei, con l’attore David Riondino e con l’arpista David Watkins. Oltre che per la Rai ha suonato per varie radio e televisioni nazionali ed estere ( ORF, RTL, All India, RTP, Montreal TV ecc…), alcune delle quali hanno dedicato programmi monografici a lui dedicati. La sua produzione discografica che conta una ventina di titoli con le seguenti etichette: “Koch International-Europa Musica”, Fonit Cetra, “Mondo Musica” di Monaco di Baviera e Warner Fonit è stata spesso accolta dalla critica in maniera entusiasta fino ad arrivare a vincere prestigiosi riconoscimenti internazionali tra cui spicca il “Globe” dell’ American Records Guide. Come revisore ha pubblicato con la Casa Editrice Suvini Zerboni e attualmente è direttore della collana Qitara Collection per le Edizioni Mnemes. E` stato docente di chitarra presso vari Conservatori (Bari, Trieste,Brescia, Parma) attualmente è titolare di cattedra presso l`Istituto “Achille Peri” di Reggio Emilia. Ha tenuto Corsi e Stage di perfezionamento in varie parti d`Italia e all`estero presso: Università della Musica di Montevideo in Uruguay, Accademia di Tirana, Music Centre di Londra, Music Schule di Bruch in Austria, Università di San Paolo in Brasile , Pearson College di Victoria in Canada, e Accademia Musicale Umbra di Perugia e “Canossa Masterclasses”. E’ invitato regolarmente come giurato in concorsi internazionali.


Elisabetta Maschio

Elisabetta Maschio

Elisabetta Maschio

Elisabetta Maschio si diploma in pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida del Maestro Riccardo Risaliti. Intraprende la carriera di maestro sostituto con Laurence Foster a Parigi e svolge poi questa attività in vari Teatri in Italia e all’estero: Macerata Festival, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Regio di Torino, Festival di Salisburgo. Compie gli studi di direzione d’orchestra prima con Edoardo Muller e poi con Gustav Kuhn di cui è assistente dal 1989 al 1992.
Debutta nel 1991 alla guida dell’orchestra della Staatsoper di Budapest dirigendo “Il Trovatore” di G. Verdi e da allora frequenta il repertorio lirico con regolarità.
Ha un notevole successo personale la direzione di “Madama Butterfly” allo Sferisterio di Macerata nel luglio 1991. Ha accompagnato anche spettacoli di balletto con étoiles
internazionali quali Luciana Savignano, Xiomara Reyes, Lola Greco, Alessandro Molin, Marco Pierin. E’ stata ospite di vari Teatri in Italia e all’estero quali:il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Politeama Greco di Lecce, il Teatro “Valli” di Reggio Emilia, il Teatro Olimpico di Vicenza, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Verdi di Trieste il Teatro Sistina a Roma, l’Auditorium “Pollini” di Padova, il Teatro Nazionale di Praga.
Ha diretto il repertorio operistico e sinfonico anche a Madrid, a Budapest, a Lima, a Città del Messico, a Praga, a Bilbao , Seoul e Buenos Aires.
Ha diretto orchestre quali: “I Virtuosi di Santa Cecilia”, l’Orchestra da Camera di Padova, l’Orchestra da Camera di Bologna, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, la Filarmonica Marchigiana la Filarmonica Veneta, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, la Filarmonica di Jasi (Romania ), l’Orchestra Filarmonica di Seoul, L’Orchestra della Staatsoper di Budapest, i Salzburg Chamber Soloists.
Nel 1995 fonda l’ “Orchestra Giovanile della Sardegna” a Sassari dove ricopre il ruolo di direttore artistico dell’Ente Concerti “M. De Carolis” dal 1995 al 1997.
Durante il biennio ’96 – ’97 è direttore artistico e stabile dell’Orchestra dell’Amministrazione Provinciale di Lecce dove svolge una intensa attività concertistica affrontando il repertorio sinfonico che va dal ‘700 alla musica contemporanea. Sempre a Lecce si occupa della programmazione lirica della stagione 1997.
Ha diretto solisti quali: Anna Caterina Antonacci, Ghena Dimitrova, Francesca Patanè, Giorgio Merighi, Renato Bruson , Roberto Servile, Bruno Praticò, Vincenzo La Scola , Alida Ferrarini, Andrea Bocelli (con cui ha inciso alcuni brani del suo primo disco), D. Theodossiou, Benedetto Lupo, Pavel Berman, Thomas Demenga, Lucero Tena, Yasuko Hayashj, Leonidas Kavakos.
Nelle produzioni liriche ha collaborato con i registi: Mauro Bolognini, Paolo Miccichè, Daniele Abbado, Lorenzo Mariani, Beppe de Tomasi, Filippo Crivelli, Enzo Dara, Maurizio Nichetti, Giovanna Nocetti.
Nel 2001 Ha fondato l’orchestra giovanile “la Réjouissance” che raccoglie giovani musicisti di tutta la regione veneto (80) e che si è già esibita in molti teatri importanti in Italia e ha partecipato a festival internazionali. Tale orchestra è ambasciatore ufficiale UNICEF.
Insignita per questa ultima iniziativa, del leone d’oro della Regione del Veneto per la divulgazione culturale e per due volte della medaglia d’argento del Presidente della Repubblica, ha dato inizio ad Asolo alla rassegna internazionale “Gioie Musicali” dedicata ai musicisti e al teatro musicale per interpreti under 21, quest’anno alla sua quinta edizione.


Eva Rosso

Eva Rosso

Eva Rosso

.

.

.

.

.

.

.


Laura Vasta

Laura Vasta

Laura Vasta

Laura Vasta Musicoterapista